15 aprile 2010 / 07:24 / 8 anni fa

Borse Asia Pacifico positive dopo dati crescita Cina

<p>Zhang Yujun, presidente della Borsa di Shangai, in foto d'archivio. REUTERS/Bobby Yip</p>

MILANO (Reuters) - Le piazze dell‘area Asia-Pacifico sono tutte positive, con l‘eccezione di Shanghai poco mossa, dopo che il dato sulla forte crescita cinese e gli ottimi risultati di importanti società Usa nel settore tecnologico e finanziario hanno rafforzato la propensione verso asset più rischiosi mantenendo il dollaro su solide posizioni.

Il Pil della Cina del primo trimestre mostra che la crescita è stata dell‘11,9% su base annua, poco al di sopra delle stime che indicavano un +11,5%, contro il 10,7% del precedente trimestre. Si tratta del ritmo di crescia annuale pià veloce dal 2007.

La Cina è stato il paese che in gran parte ha trascinato la ripresa globale tra la persistente debolezza delle economie occidentali, e la sua forte domanda di materie prime ha sostenuto il rally nei mercati delle materie prime e delle valute dei paesi ricchi di risorse come l‘Australia.

I dati della seconda economia più grande dell‘Asia hanno alimentato le speculazione che Pechino potrebbe avviare un allentamento della stretta sullo yuan.

I listini asiatici sono stati sostenututi anche dai titoli delle società energetiche sulla scia dei rialzi dei prezzi del petrolio nella notte per effetto del calo a sorpresa delle scorte negli Stati Uniti di greggio e della debolezza del dollaro.

“Ci sono probabilmente abbastanza elementi catalizzatori per sostenere il movimento rialzista” ha detto Cameron Peacock, analista di IG Markets in Australia.

Intorno alle 8,50 italiane, l‘indice MSCI delle Borse asiatiche, che esclude Tokyo, guadagna lo 0,51%, mentre il Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,61%.

Il listino di HONG KONG è sostenuto dai rialzi di società di grosso peso come HSBC holding e China Mobile, mentre SHANGHAI ritraccia lievemente su realizzi dopo aver toccato i massimi intraday degli ultimi tre mesi sugli acquisti di titoli a grossa capitalizzazione in vista del lancio, domani, del primo futures sull‘indice cinese.

La borsa di TAIWAN è ai massimi delle ultime dodici settimane trascinata dagli acquisti sui titoli tech grazie ai guadagni di Wall Streete e alle previsioni positive del produttore di chip TSMC.

I finanziari trascinano SEOUL ai massimi dei ventidue mesi anche se le blue chip esportatrici perdono terreno sulla debolezza dello won.

SYDNEY ha chiuso in rialzo dello 0,14% superando quota 5.000 punti per la prima volta in 19 mese sui dati della Cina e i forti risultati delle società Usa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below