8 aprile 2010 / 19:53 / tra 8 anni

Tremonti: no manovra aggiuntiva, correzione su 2011

ROMA (Reuters) - Il ministro dell‘Economia Giulio Tremonti ha detto questa sera che non vi sarà una manovra aggiuntiva sul 2010 ma una correzione sul 2011, come da impegni con l‘Europa.

“Noi siamo impegnati con l‘Europa a fare una correzione sul 2011, come la Germania, altri la faranno maggiore, con una Finanziaria triennale organizzata in un aggiustamento a luglio e poi una Finanziaria tabellare, senza assalto alla diligenza”, ha ribadito Tremonti questa sera alla trasmissione “Annozero”.

Oggi fonti parlamentari del Pdl avevano detto che il governo stava predisponendo una manovra correttiva da 4-5 miliardi per far fronte alle spese correnti ed evitare uno sforamento nell‘obiettivo di deficit.

“Non c’è alcuna manovra aggiuntiva”, ha sottolineato ancora il ministro, aggiungendo che anche quest‘anno si ripeterà quanto fatto nel 2008 e nel 2009.

“Nel 2008, decreto a luglio e Finanziaria secca. Così nel 2009, così nel 2010”, ha detto.

“Dobbiamo fare una correzione dello 0,5% nel 2011, come tutti”, ha puntualizzato. “Forse quella è la causa dell‘equivoco, ma anche questo andrà nei tempi e nei metodi previsti”.

Il Programma di stabilità italiano prevede una correzione pari a 0,4 punti del Pil nel 2011 e a 0,8 nel 2012, quando il deficit dovrebbe rientrare nei parametri di Maastricht scendendo al 2,7% del Pil.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below