30 marzo 2010 / 11:34 / tra 8 anni

Italia, Fmi: riforme strutturali per abbassare deficit

<p>Il numero uno del Fondo, Dominique Strauss-Kahn. REUTERS/Sebastien Pirlet (BELGIUM - Tags: BUSINESS POLITICS)</p>

ROMA (Reuters) - Il Fondo monetario internazionale chiede all‘Italia di realizzare le riforme strutturali necessarie per ridare spinta all‘economia e consentire al deficit di riportarsi sotto la soglia del 3% del Pil come previsto dalle norme europee.

In una nota diffusa al termine della missione in Italia l‘Fmi ricorda che la ripresa italiana è “modesta e fragile” e che l‘obiettivo di tagliare il disavanzo entro il 2012 al 3% si basa su premesse ottimistiche. Per questo occorre spingere sulle riforme.

Il ministro dell‘Economia Giulio Tremonti commentando la nota del Fondo ha detto: “Raccogliamo la sfida sulle riforme strutturali. La riforma delle riforme è quella fiscale”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below