30 marzo 2010 / 06:28 / tra 8 anni

Acea, 2009 in perdita per 52,5 milioni, niente dividendo

ROMA (Reuters) - La ex municipalizzata romana Acea ha chiuso l‘esercizio 2009 con una perdita netta di 52,5 milioni di euro, sotto le attese degli analisti, e il cda ha proposto di non distribuire dividendo.

Lo si legge in una nota diffusa al termine del consiglio iniziato ieri pomeriggio.

L‘Ebitda si è attestato a 563,9 milioni da 623,5 milioni del 2008.

CONFERMATI INVESTIMENTI DA 500 MLN IN 2010, GARA GAS

Acea ha anche confermato che investirà nel 2010 i 500 milioni previsti dal piano e che parteciperà alla gara per la concessione della distribuzione del gas a Roma.

La società ha spiegato la perdita del 2009, dopo un utile di oltre 186 milioni nel 2008, con gli effetti della moratoria fiscale che ha colpito tutte le utilities.

Nella nota si evidenzia che l‘impatto economico complessivo sul bilancio consolidato 2009 del recupero della cosiddetta “moratoria fiscale” è pari a 78,9 milioni di euro, al netto dell‘utilizzo dell‘apposito fondo di 31 milioni di euro.

Tra gli altri fattori che hanno pesato sul risultato 2009, Acea sottolinea anche accantonamenti per rischi non prevedibili ad inizio esercizio.

Tra questi, in particolare: 36,0 milioni di euro per accertamenti dell‘Agenzia delle Entrate relativi ai periodi d‘imposta 2005 e 2006; 25,0 milioni di euro in conseguenza dell‘annullamento della delibera relativa alla revisione tariffaria definita per l‘ATO5-Frosinone nel 2007; 14,9 milioni di euro per rischi legali.

Va inoltre avanti la contrapposizione con il socio francese Gdf/Suez per la ridefinizione della joint venture Acea Electrabel per la quale il management ha mandato di ricorrere all‘arbitrato internazionale.

TIENE DEBITO A 2,1 MLD, OLTRE A BOND LIQUIDITA’ PER 1,5 MLD

La posizione finanziaria netta è negativa per 2.177,0 milioni di euro (-2.107,6 milioni di euro al 30 settembre 2009 e -1.633,3 milioni di Euro al 31/12/08).

La variazione, rispetto al 31 dicembre 2008, risente tra l‘altro: della variazione del perimetro di consolidamento (Intesa Aretina e Nuove Acque 8,3 milioni di euro); dell‘esborso per la cosiddetta “moratoria fiscale” (109,9 milioni di euro); del crescente fabbisogno legato agli investimenti (+100,8 milioni di euro); del pagamento dei dividendi di competenza 2008 (circa 140 milioni di euro).

Nel corso del 2010 Acea ha collocato un bond da 500 milioni e ha inoltre recentemente stipulato nuove linee di credito a tre anni, irrevocabili, così da poter disporre di affidamenti bancari di tale tipologia per un totale di 500 milioni di euro che, insieme alle linee di credito a breve a disposizione del Gruppo per oltre un miliardo di euro, garantiscono ulteriore liquidità ad Acea per oltre 1,5 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below