18 marzo 2010 / 15:26 / 8 anni fa

Rcs, 2009 in rosso, concede opzione su Poligrafici

MILANO (Reuters) - Rcs chiude in rosso un anno caratterizzato dalla crisi economica e settoriale, ma vede nel quarto trimestre una progressiva attenuazione del trend negativo e, pur non anticipando ancora un‘inversione strutturale di tendenza, stima per quest‘anno risultati in miglioramento.

<p>Luca Cordero Montezemolo in foto d'archivio. REUTERS/Max Rossi</p>

Il gruppo conferma di aver superato gli obiettivi 2009 in termini di risparmi dei costi e si dice fiducioso di poter raggiungere il target di 200 milioni di euro totali già entro quest‘anno.

E’ stata inoltre concessa un‘opzione per la cessione della partecipazione di quasi il 10% in Poligrafici Editoriale e sono stati indicati per il board di Rcs Quotidiani alcuni dei soci del patto di sindacato, con la conferma di Piergaetano Marchetti alla presidenza.

RISULTATI CORRENTI 2010 VISTI IN MIGLIORAMENTO

Il 2009 è stato archiviato con una perdita netta di 129,7 milioni contro un utile di 38,3 milioni nel 2008.

Il risultato, spiega una nota, sconta una serie di elementi negativi tra cui oneri e proventi non ricorrenti per 111,9 milioni, svalutazioni di immobilizzazioni immateriali per 19,3 milioni e un risultato negativo delle attività dismesse (relative prevalentemente alla cessione delle attività di stampa spagnole) per 5,9 milioni.

I ricavi consolidati 2009, come già annunciato a febbraio, calano del 17% a 2,2 miliardi, l‘Ebitda pre oneri e proventi non ricorrenti si attesta a 133 milioni da 270,6 milioni nel 2008.

Il piano di interventi ha visto la realizzazione di benefici per 158,7 milioni rispetto ai 130 milioni pianificati per l‘anno.

Il piano prevede risparmi totali di 200 milioni al 2011 ma “oggi siamo fiduciosi che quel numero può essere raggiunto nel 2010”, ha detto il Cfo Riccardo Stilli in una conference call sui dati.

“Rcs considera il 2010 come un anno di importante transizione e - si augura - di stabilizzazione degli andamenti macroeconomici dei mercati in cui opera”, sottolinea Rcs nel comunicato. Per l‘anno in corso, “in assenza di eventi allo stato non prevedibili”, il gruppo si attende risultati correnti in miglioramento rispetto al 2009.

In conference call l‘AD Antonello Perricone ha detto che sul fronte della pubblicità l‘andamento di gennaio, febbraio e marzo è buono ma ha sottolineato che sarebbe “pericoloso considerare i risultati di inizio anno come una tendenza per il resto dell‘anno”.

SI LAVORA SU ULTERIORI CESSIONI

Il Cda oggi ha anche approvato unanime (non partecipando alla discussione e alla votazione Diego Della Valle) un‘offerta presentata da Andrea Della Valle per la concessione a lui stesso (o a società da lui controllata) di un‘opzione per l‘acquisto della partecipazione detenuta da Rcs in Poligrafici Editoriale, pari al 9,99% del capitale, della durata di 30 giorni e per un prezzo complessivo di circa 9,5 milioni di euro.

In caso di cessione della partecipazione, già individuata come non strategica da Rcs, si realizzerebbe una plusvalenza sul valore di carico al 31 dicembre 2009 di 4,5 milioni di euro.

Il gruppo ha inoltre ribadito cha sta valutando revisioni del perimetro, compatibilmente con l‘andamento del mercato, rispetto alle attività ritenute non core.

“Stiamo lavorando su altre dismissioni ma al momento non possiamo dire niente”, ha detto Stilli.

Il consiglio ha anche deliberato di richiedere all‘assemblea il rinnovo dell‘autorizzazione all‘acquisto e disposizione di azioni proprie, ordinarie e/o di risparmio. Il buyback è finalizzato a “permettere alla società - che oggi detiene lo 0,6% circa del proprio capitale sociale ordinario - di mantenere un importante strumento di flessibilità gestionale e strategica, in particolare, sia come opportunità di investimento sia per esigenze di eventuale miglioramento della struttura finanziaria”, dice la nota.

Nel comunicato non si parla di dividendo. Sul 2008 è stata distribuita una cedola unicamente per le azioni risparmio di 0,05 euro per azione.

INDICATI CONSIGLIERI PER QUOTIDIANI, MARCHETTI PRESIDENTE

Il cda ha inoltre indicato per il consiglio di Rcs Quotidiani alcuni degli azionisti del patto, con Piergaetano Marchetti confermato alla presidenza per il prossimo triennio.

In particolare, sono stati indicati - oltre a Marchetti e all‘AD del gruppo Perricone - Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Cesare Geronzi, Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below