18 marzo 2010 / 07:20 / 8 anni fa

Borse Europa: indici in lieve calo, negativi banche e tech

MILANO (Reuters) - Avvio di seduta moderatamente negativo per le borse europee. Prese di beneficio, in particolare, nei settori ciclici, che nelle sedute precedenti avevano beneficiato delle indicazioni della Fed sulla politica monetaria.

<p>Londra, una trader davanti agli schermi in un ufficio di scambi. La foto &egrave; del 9 dicembre 2009. REUTERS/Andrew Winning</p>

Attorno alle 9,35 italiane, il FTSEurofirst 300 perde lo 0,11%, mentre, tra i singoli listini, l‘indice Ftse 100 londinese arretra dello 0,12%, il Dax di Francoforte dello 0,19% e il CAC 40 parigino dello 0,27%.

Tra i titoli in evidenza:

* Banche in rosso. Segno meno per UBS: in un report dedicato alle banche d‘affari europee, Barclays scrive di preferire DEUTSCHE BANK all‘istituto elvetico.

* Auto poco mosse, con PORSCHE tonica dopo che Ubs ne ha incrementato il rating.

* In lettera il paniere delle società legate alle materie prime, che paga dazio alla flessione dei prezzi delle commodities. Debole ARCELORMITTAL: un quotidiano indiano ha scritto che il colosso dell‘acciaio è in trattative per rilevare una quota di Brushan Power & Steel.

* Nel contesto di un settore delle costruzioni zoppicante, HEIDELBERGCEMENT viaggia in controtendenza, sostenuta dalle indicazioni su una crescita dell‘industria nel 2010 grazie alla domanda proveniente da Asia e Africa.

* Si difende il paniere del food&beverage, con PERNOD-RICARD positiva dopo che BofA-Merrill ne ha alzato il target price.

* Brillanti le società farmaceutiche, settore tradizionalmente difensivo.

* Piatto lo stoxx delle holding e dei gruppi diversificati. Il produttore di isolanti SIG cade dopo aver archiviato il 2009 in rosso e aver anticipato che l‘utile del primo trimestre sarà inferiore a quello di un anno fa.

* Deboli gli assicurativi, con l‘elvetica BALOISE in flessione dopo aver comunicato i risultati 2009.

* I media sono condizionati dal crollo di AEGIS, che ha annunciato i risultati 2009, la nomina di un nuovo amministratore delegato e l‘emissione di un bond convertibile da 175 milioni di sterline.

* Giù i petroliferi, con TOTAL penalizzata dalla decisione di Goldman Sachs di tagliarne il target price e aggiungerla alla pan-Europe conviction sell list.

* Poco mosso il paniere del lusso, con il costruttore immobiliare britannico BERKELEY GROUP HOLDINGS in rialzo dopo aver anticipato che i risultati dell‘anno fiscale, che terminerà il 30 aprile, saranno nella parte alta della forchetta di previsioni degli analisti.

* Nel quadro di un paniere retail piatto, PPR è tonica grazie all‘incremento del target price varato da Bernstein.

* Male i tecnologici, colpiti dalle prese di beneficio dopo la corsa di ieri, e le tlc.

* Segno più per le società legate ai viaggi e al tempo libero, con DEUTSCHE LUFTHANSA brillante dopo la promozione di Equinet, e IBERIA che beneficia dell‘attesa per la sigla della fusione con BRITISH AIRWAYS, a sua volta tonica, e dell‘aumento dell‘obiettivo di prezzo deciso da Ubs.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below