11 marzo 2010 / 14:21 / 8 anni fa

Usa, inatteso calo deficit commerciale gennaio in scia greggio

WASHINGTON (Reuters) - Il passivo dei conti Usa con l‘estero mostra a gennaio un‘imprevista riduzione, legata al crollo delle importazioni di greggio al minimo da febbraio 1999.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

I numeri a cura del dipartimento al Commercio evidenziano un deficit in calo di 6,6% a 37,29 miliardi di dollari, a fronte del consensus dei mercati finanziari che ipotizzava invece un incremento a 41 miliardi dopo 39,9 miliardi di dicembre, rivisti rispetto alla prima lettura di 40,2 miliardi.

Il prezzo medio per il greggio di importazione si attesta a 73,89 dollari il barile, massimo da ottobre 2008, ma l‘importo complessivo delle quantità importate scivola al record negativo degli ultimi 11 anni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below