11 marzo 2010 / 08:40 / 8 anni fa

Borsa Milano in lieve calo, pesano dati Usa, bene Fiat e Pirelli

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude debole dopo i dati Usa che mostrano sussidi di disoccupazione Usa in crescita al livello più alto da fine novembre.

<p>L'edificio che ospita la borsa a Milano. REUTERS/Stefano Rellandini (ITALY )</p>

Le banche sono scivolate nel terreno negativo dopo i dati con Eni, mentre Pirelli e Fiat salgono di oltre l‘1,5%.

L‘indice FTSE Mib chiude in calo dello 0,43% e l‘Allshare scende dello 0,38%.

Scambi a circa 2 miliardi di euro.

* PIRELLI +1,52% dopo il +4% messo a segno ieri dopo i conti migliori delle attese, con diversi broker che ribadiscono giudizi positivi. La società torna all‘utile e al dividendo e le attese sono per una revisione al rialzo dei target all‘aggiornamento del piano industriale.

* FIAT mette a segno un +1,9% in un mercato che continua a speculare sull‘ipotesi di spinoff dell‘auto e ignora invece la notizia sul richiamo di Stilo in Brasile, chiesto dal ministero della Giustizia locale e a cui il gruppo italiano ha preannunciato ricorso. “E’ un mercato che non si muove sulle news ma sulle aspettative e sembra credere in modo sempre più forte allo scorporo dell‘auto”, commenta un trader. Il comparto auto europeo guadagna lo 0,9%.

* Bene anche EXOR che avanza dell‘1% circa.

* Denaro su SNAM RETE GAS (+1,1%) dopo il piano strategico per i prossimi quattro anni, che conferma buona parte dei dati del piano precedente, ma prevede una crescita annua della cedola del 4% al 2012. “Il piano è in linea con le stime, la novità è costituita dalla crescita del dividendo superiore alle attese”, osserva una analista. Il titolo guadagna l‘1% in un settore utility europeo in progresso dello 0,6%.

* Bene AUTOGRILL (+1,3%) che prosegue il rialzo iniziato un paio di sedute fa. Nei giorni scorsi ha annunciato un accordo per la gestioen di 80 stazioni di servizio Esso.

* FINMECCANICA (+0,4%), che stamattina ha annunciato un contratto per AgustaWestland del valore di 560 milioni di euro da parte dell‘Aeronautica Militare indiana per la fornitura di 12 elicotteri, sale dello 0,8%.

* Più deboli in generale le banche, che in Europa cedono lo 0,7%. UBI è la peggiore del paniere principale con un ribasso del 2,6%, INTESA SANPAOLO perde l‘1,4%, UNICREDIT l‘1,1%.

* Venduta invece MAIRE TECNIMONT, -3,75% dopo una guidance 2010 sotto le attese del mercato. In una slide di presentazione ieri il gruppo ha detto di aspettarsi parametri fondamentali piatti per quest‘anno, mentre un broker sottolinea che le attese erano per una crescita.

* AMPLIFON perde il 2%. L‘AD ha detto di non avere alcun interesse ad acquisire la divisione apparecchi acustici della tedesca Siemens.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below