10 marzo 2010 / 08:19 / tra 8 anni

G&V, Consiglio Stato accoglie ricorsi Aams e Lottomatica

MILANO (Reuters) - Il Consiglio di Stato ha accolto i ricorsi dei Monopoli di Stato (Aams) e del Consorzio Lotterie Nazionali (CLN), di cui Lottomatica detiene il 63%, sulla gara del Gratta e Vinci.

Lo si legge in una nota di Lottomatica in cui si ricorda che le motivazioni della sentenza non sono ancora disponibili.

Il ricorso era stato presentato dal ministero dell‘Economia, dall‘Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato e dal Consorzio lotterie nazionali contro la sentenza del Tar del Lazio, che lo scorso novembre aveva dato ragione a Sisal in primo grado annullando il bando di gara che assegnava al consorzio guidato da Lottomatica la concessione del Gratta e Vinci.

Il Consiglio di Stato, dice la nota, ha anche accolto il ricorso incidentale di Sisal, “limitatamente alla disapplicazione dell’art. 21 comma 5 della legge 102 del 2009 - che prevede il periodo transitorio di gestione delle lotterie attuali da parte del Consorzio Lotterie Nazionali sino al 31 gennaio 2012 - e delle clausole della procedura di gara che facevano riferimento a tale norma”.

Il Consiglio di Stato avrebbe quindi accolto i rilievi di Sisal contro la parte del bando di gara che riserva al Consorzio la gestione transitoria delle lotterie attuali fino a gennaio 2012.

Lottomatica “resta in attesa di prendere conoscenza delle stesse e delle determinazioni che verranno eventualmente assunte dall‘Amministrazione in relazione alla procedura di selezione”, conclude la nota.

Nella sentenza, infatti, i giudici demandano ai Monopoli e al Ministero dell‘economia l‘adozione di “ulteriori, eventuali determinazioni”.

Del Consorzio fanno parte anche l‘americana Scientific Games con una quota del 20% e la Federazione italiana tabaccai con il 15%.

Sisal aveva contestato il bando perchè riteneva che impedisse la partecipazione di soggetti diversi dal consorzio già concessionario.

LOTTOMATICA FESTEGGIA IN PIAZZA AFFARI

In un mercato piatto, intorno alle 12,50 Lottomatica è il titolo migliore del listino principale con un rialzo del 2,42% a 14,38 euro dopo aver segnato un massimo di giornata a 14,72 euro; i volumi sono quasi due volte superiori alla media di un‘intera seduta.

“La sentenza del Consiglio di Stato è molto positiva” per Lottomatica, dice una nota Mediobanca, secondo cui i Monopoli hanno davanti a sè tre possibilità: decidere se confermare l‘esito della precedente gara, riaprire i termini dell‘offerta o avviare una nuova gara alle stesse condizioni della precedente (800 milioni di esborso per i vincitori, concessione per nove anni a partire da giugno 2010 rinnovabile una sola volta, una rete di almeno 10.000 punti vendita). L‘unico cambiamento, si legge nello studio, potrebbe essere relativo alla data di avvio della concessione, ma “dubitiamo che questo possa avere un impatto sostanziale sulle nostre stime”.

La banca osserva che la decisione del Consiglio di Stato esclude lo scenario peggiore, che ipotizzava l‘impossibilità del Consorzio a rinnovare la sua concessione, e rende “improbabile” la prospettiva di più concessionari contemporaneamente, mentre appare “ancora più credibile” l‘ipotesi-base della conferma di un‘unica concessione a Lottomatica e soci.

“Anche ipotizzando una nuova gara con condizioni sostanzialmente immutate, un‘offerta di Sisal non è comunque certa”, dice Mediobanca che conferma il giudizio “outperform” su Lottomatica con target a 19,5 euro.

Nel settore giochi Snai sale del 2,13% con volumi scarsi.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below