1 marzo 2010 / 08:45 / 8 anni fa

Borsa Milano tonica con industriali, deboli finanziari

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in deciso rialzo una seduta nervosa, che ha visto scatti e frenate.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Brendan McDermid</p>

Il listino di Milano è stato parzialmente condizionato dalla debolezza dei finanziari. Bene industriali, media e retail.

Le borse hanno accelerato dopo la pubblicazione dell‘indice Ism manifatturiero di febbraio in Usa: il dato generale è risultato inferiore alle attese, spiegano gli operatori, ma il sottoindice dell‘occupazione, attentamente visionato in questa fase in attesa di una ripresa della domanda, è salito.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato l‘1,2%, l‘AllShare l‘1,19% e il Mid Cap l‘1,46%. Volumi per un controvalore di circa 2 miliardi.

* A lungo regina del paniere principale, LUXOTTICA ha frenato nel finale: +2,66%. A mercati chiusi, la società di occhialeria comunicherà i risultati 2009. Secondo un report di Mediobanca, che ha rating “outperform” e target price di 21,60 euro, l‘utile netto è salito del 25%, a 403 milioni, con un eps di 88 cent (mentre il consensus degli analisti è di 86 cent). Il broker prevede vendite in crescita del 5%, a 5,352 miliardi, e un Ebit di 990 milioni.

* Discreti spunti per altri titoli del retail-abbigliamento-lusso, che, dicono i trader, registrano le attese di rilancio dell‘economia. BULGARI è avanzata del 2,64% e GEOX dell‘1,2%. Fuori dal paniere principale, COIN è balzata del 2,95% e STEFANEL del 3,52%.

* Al palo le banche, zavorrate dai risultati deludenti di Hsbc: lo stoxx europeo del settore ha perso lo 0,4%. A Milano, MEDIOBANCA -0,84% e UNICREDIT invariata. Meglio INTESA SANPAOLO: +1,45%. In un report dedicato ai bancari, Nomura consiglia di sovrappesare Intesa Sanpaolo, sottolineando che negli ultimi dodici mesi il titolo ha fatto peggio del comparto. Il broker aggiunge che la cessione dello 0,8% del capitale da parte di Credit Agricole “cancella il rischio di pressioni ribassiste sul titolo” e “il pericolo di pagare una multa fino a 500 milioni”.

* Fuori dal paniere principale, POPOLARE EMILIA ROMAGNA è salita del 5,17%. In un‘intervista a Reuters, la settimana scorsa, l‘AD Fabrizio Viola ha detto che la banca ha coefficienti patrimoniali adeguati.

* Restando ai finanziari, segno meno per gli assicurativi: lo stoxx europeo ha lasciato sul terreno lo 0,11%, con Prudential che è andata a picco dopo aver acquisito, per 35,5 miliardi di dollari, il business Vita di Aig in Asia. A Milano, GENERALI invariata.

* In denaro l‘automotive, alla vigilia dell‘apertura del Salone di Ginevra: il paniere europeo ha guadagnato l‘1,97%. PIRELLI è balzata del 5,31%, ma con volumi in media. FIAT in progresso del 2,72%: il Lingotto ha accelerato dopo la pubblicazione dei dati sulle vendite in Brasile a febbraio. Bene, fuori dal paniere principale, BREMBO (+3,53%) e LANDI RENZO (+3,95%).

* Discorso a parte per PIAGGIO (+4,4%), che ha proseguito il rally cominciato venerdì scorso dopo la pubblicazione dei risultati 2009. Vari broker hanno migliorato i giudizi sul produttore motociclistico. Intraday, Piaggio ha toccato quota 2,3375 euro, tornando sopra il prezzo dell‘Ipo.

* MONDADORI è avanzata del 3,07%: parlando con un quotidiano, l‘AD Maurizio Costa ha detto che il gruppo ritiene di aver chiuso il 2009 con un Ebitda di circa 100 milioni e ricavi pari a 1,52 miliardi.

* Nel settore dei media, che in Europa è salito del 2,02% grazie soprattutto a Pearson, non si arresta la corsa dell‘ESPRESSO: +5,27%. Buoni spunti per l‘intera galassia De Benedetti: CIR +3,39% e COFIDE +4,94%.

* Ben comprate TENARIS (+3,61%), CAMPARI (+3,04%), PARMALAT (+2,43%), IMPREGILO (+2,73%) e PRYSMIAN (+3,32%).

* Rimbalzi per le società coinvolte nella maxi-inchiesta su frodi nella telefonia: TELECOM ITALIA +2,29% e FASTWEB +5,34%.

* Fra le small e mid cap, prosegue la marcia di AMPLIFON (+4,02%, con nuovo massimo intraday di 3,85 euro), al centro di indiscrezioni sull‘interesse degli operatori di private equity.

* Tonica SEAT PAGINE GIALLE (2,15%), che ha rimborsato a Rbs in anticipo una rata da 35 milioni di un finanziamento in scadenza.

* CELL THERAPEUTICS è caduta dell‘11,67%: i revisori contabili hanno espresso dubbi sulla continuità aziendale.

* JUVENTUS in calo del 2,32%: sconfitta per 2 a 0 dal Palermo, la squadra bianconera ha ceduto ai siciliani il quarto posto in classifica, ultimo valido per l‘accesso alla Champions League.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below