18 febbraio 2010 / 07:49 / tra 8 anni

Borse Asia Pacifico: indici in calo su prese di profitto

MILANO (Reuters) - Borse deboli questa mattina nell‘area Asia-Pacifico, con le piazze di Shanghai e Taiwan ancora chiuse per la lunga fertività del Capodanno cinese. Prevalgono la cautela e le prese di profitto alla luce del rialzo messo a segno dagli indici nei giorni scorsi.

<p>Una broker davanti a degli schermi con le quotazioni di borsa a Mumbai. REUTERS/Punit Paranjpe (INDIA BUSINESS)</p>

Intorno alle 8,25 l‘indice regionale MSCI, che esclude il Giappone, scende di circa mezzo punto. Il Nikkei di Tokio ha chiuso invece con un lieve rialzo, lo 0,28%.

Sulla piazza coreana gli investitori hanno realizzato parte dei guadagni messi a segno nelle due sedute precedenti: l‘indice Kospi ha chiuso in flessione dello 0,38%.

Il buon andamento del settore retail non è riuscito a controbilanciare le vendite che hanno colpito il comparto auto. Hyundai Motor ha ceduto l‘1,7%. Si è in qualche modo esaurito, secondo gli analisti, l‘effetto positivo delle difficoltà della Toyota sulle dirette rivali coreane.

“Al momento manca un vero motivo che possa sostenere il rimbalzo della Borsa visto nella prima parte della settimana” spiega l‘analista di Hi Investment & Securities Kim Seung-han. “Gli investitori vogliono vedere quale sarà la reazione del mercato cinese - quando riaprirà - alle recenti misure di stretta creditizia sulle banche. Quindi credo che rimarrà una certa cautela ancora per tutta la settimana”.

La Borsa di Hong Kong limita la flessione, scendendo comunque dai massimi delle ultime due settimane toccato ieri. L‘indice Hang Seng cede lo 0,2%. I volumi restano però limitati per via della chiusura degli altri mercati cinesi.

Torna a vedersi qualche vendita sui titoli bancari: Icbc arretra di mezzo punto, Bank of China perde lo 0,3%. Si distingue invece in rialzo il titolo Lenovo Group nel settore tecnologico, che sale del 2,8%, grazie a un report di Standard Chartered secondo cui il titolo ha ancora margini di rialzo grazie ai forti volumi di crescita in Cina e all‘estero.

Debole la Borsa australiana, -0,28%: dopo i guadagni di ieri, anche qui prese di profitto, favorite dalle prospettive caute, fornite per l‘anno in corso da alcune delle pricipali società del paese, come la compagnia aerea Qantas, col titolo che perde l‘8%.

Per le piazze di Singapore e Mumbai la flessione si aggira attorno al mezzo punto percentuale.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below