12 febbraio 2010 / 17:17 / tra 8 anni

Grecia, Saccomanni: risanamento anche con supporto del Fmi

NAPOLI (Reuters) - La Grecia potrà avvalersi del Fondo monetario internazionale per portare avanti l‘azione di risanamento dei conti pubblici.

<p>Angela Merkel, cancelliere tedesco, George Papandreou, primo ministro greco, e Nicolas Sarkozy, presidente francese, ieri a Bruxelles. REUTERS/Yves Herman</p>

Lo ha detto il direttore generale di Bankitalia Fabrizio Saccomanni a margine della presentazione di un libro a Napoli.

“I punti più importanti usciti dal vertice [del Consiglio] Ue sono la riaffermazione che tutti i Paesi devono seguire politiche economiche sane e mirate alla stabilità, e che la Grecia si è impegnata a ridurre il debito/Pil di 4 punti percentuali nel 2010. Gli altri Paesi devono fare tutto il necessario per la stabilità monetaria e finanziaria dell‘area dell‘euro in collegamento con la Bce e usando l‘esperienza del Fondo monetario, in un quadro articolato di cooperazione e azioni coordinate e mirate”, ha detto Saccomanni.

Aggiungendo poi che “in Grecia l‘opinione pubblica ha accolto come fatto positivo le decisioni del vertice. L‘Idea è che l‘azione di risanamento della Grecia debba seguire un programma di aggiustamento con l‘esperienza del Fondo avvalendosi di strumenti ed esperienza tecnica”.

Per Saccomanni “c’è una componente speculativa che cerca di tenere il punto. L‘aggiustamento del patto richiede tempo ma è chiaro che non è un problema da poco”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below