8 febbraio 2010 / 08:30 / 8 anni fa

Borsa Milano recupera nel finale con Europa e Usa, su Intesa,Cir

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo una seduta volatile che ha visto l‘indice principale oscillare tra +1% e quasi -2%. Il miglioramento finale, condiviso con le altre borse europee, è stato guidato dall‘intonazione timidamente positiva di Wall Street.

<p>La Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini ( ITALY )</p>

“Con New York tranquilla noi abbiamo recuperato, ma si tratta di movimenti legati quasi esclusivamente a operazioni di trading, con forti volumi sui derivati e assai meno intensi sul cash”, osserva un trader che mette in luce “la totale assenza di fondi, di investitori veri”.

Il nervosismo che da giorni domina i mercati è da imputare alle preoccupazioni sul rischio sovrano nei paesi periferici della zona euro, che oggi hanno portato nuove massicce vendite sui titoli bancari, in parte recuperate a fine seduta. “Sono timori eccessivi, non ci sarà certo nessun paese che uscirà dall‘euro, ma queste crisi periodiche sono utili per fare guadagni con il trading”, conclude l‘operatore.

L‘indice FTSE Mib chiude in rialzo dello 0,59%, l‘AllShare dello 0,42%, mentre il Mid Cap scende dello 0,24%. Volumi per un controvalore di circa 3,2 miliardi di euro.

* Chiudono in positivo le banche europee, ma a Milano il miglioramento si traduce per lo più in un semplice recupero dai minimi. Deciso rialzo invece per INTESA SANPAOLO (+3,4% dopo il -4% di venerdì), in controtendenza rispetto al comparto per tutta la giornata. Gli operatori citano le attese che si vada verso una soluzione positiva della vicenda Antitrust che coinvolge gli azionisti GENERALI (+1,1%) e Credit Agricole.

Segno meno, invece, per MEDIOLANUM, UNICREDIT, BANCO POPOLARE.

* Brilla CIR con un rialzo di oltre il 3%. Un trader non esclude che al titolo possa giovare la piena sottoscrizione dell‘Ipo della francese Medica. “La società di Cir di assistenza sanitaria, Kos, è spesso citata come una delle possibili prossime quotazioni”, dice. Il titolo è comunque reduce da un -5% archiviato nella precedente seduta.

* Acquisti su ENI (+2,3%) in un settore positivo ma assai meno brillante. Un trader cita “l‘avvicinamento di posizioni” tra l‘AD Paolo Scaroni e il socio Knight Vinke - che oggi ha scritto una nuova missiva al management - sul tema dello scorporo delle infrastrutture del gas. Netto calo invece per SAIPEM, per la quale gli operatori citano un report dei giorni scorsi di Citigroup, che ha detto di attendersi un utile del quarto trimestre di 169 milioni e un dividendo invariato di 0,55 euro. Nel report, il broker prevede che il management non fornirà alcun target sul 2010.

* Passa in positivo FIAT con le auto europee mentre, sempre nell‘automotive, resta debole PIRELLI, seppur sopra i minimi di giornata.

* Pesante A2A, che lascia sul terreno più del 4% dopo il -2,6% di venerdì sulla scia del nuovo piano industriale annunciato giovedì pomeriggio. Un trader cita oggi un downgrade da parte di una Sim italiana. EDISON, che ha diffuso oggi i dati 2009, chiude in rialzo dello 0,8%.

* Positiva ENEL “per la sua natura difensiva”, dice un dealer.

* Deboli IMPREGILO, LOTTOMATICA e FINMECCANICA. Su quest‘ultima, un dealer cita un report di venerdì di Goldman Sachs in cui sono stati tagliati target price e stime dii Eps 2010 e 2011.

* Tra i titoli a minor capitalizzazione, SNAI rimbalza debolmente dopo il -6% di venerdì e dopo una seduta passata per lo più in terreno negativo.

* Chiude in rialzo di oltre il 10% ERGYCAP che ha annunciato venerdì un aumento di capitale da 10 milioni, una proposta di scambio sui warrant in circolazione per 130 milioni e un aggiornamento del piano industriale. Domani è previsto un incontro con la comunità finanziaria.

* Tonica anche PIERREL, la cui divisione Research ha chiuso l‘anno con un Ebitda di 2,8 milioni.

* Affonda CELL THERAPEUTICS (-26,7%) dopo che la Food and Drug Administration ha diffuso un documento in cui blocca la sperimentazione del pixantrone, prodotto di punta della società biotecnologica per la cura del linfoma non-Hodgkin‘s.

* Realizzi su PANARIAGROUP, oggi a -12,4% dal +20% della seduta precedente.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below