1 febbraio 2010 / 08:34 / tra 8 anni

Pirelli, Telecom confermano patteggiamento su Tavaroli

MILANO (Reuters) - Pirelli e Telecom Italia confermano di aver scelto la via del patteggiamento nell‘ambito del processo che coinvolge le due società per l‘attività di dossieraggio illecito della Security di Giuliano Tavaroli.

<p>Il logo di Pirelli REUTERS/Stefan Wermuth</p>

Lo riferiscono le due portavoce Pirelli e Telecom dopo che il Corriere della Sera ha scritto oggi che le due società hanno offerto 7,5 milioni di euro come risarcimento a tre ministeri e ai dipendenti schedati e che la Procura di Milano ha accettato. Le due società non hanno invece commentato la cifra citata dal quotidiano.

Le due aziende escono così, scrive il quotidiano, dall‘udienza preliminare in corso dal 31 marzo dello scorso anno. L‘accusa mossa alle aziende, in base alla legge 231 sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per reati commessi da dipendenti, è di corruzione per tangenti pagate per accedere abusivamente alle banche dati del ministero dell‘Interno, della Giustizia e delle Finanze.

Entrambe le aziende, sottolinea il Corriere, non ammettono alcuna responsabilità ma si rappresentano come danneggiate dal comportamento di Tavaroli e degli altri manager della sicurezza.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below