29 gennaio 2010 / 15:36 / tra 8 anni

Bce, Bini Smaghi: bene piano Obama, entrerà in ambito Fsb

MILANO (Reuters) - Le ultime proposte dell‘amministrazione di Barack Obama per limitare l‘azzardo morale derivante da gruppi bancari troppo grandi e ramificati vanno nella giusta direzione e rafforzeranno la volontà politica di affrontare questo nodo entrando nell‘ambito delle iniziative del Financial stability board.

<p>Lorenzo Bini Smaghi in una foto d'archivio. REUTERS/Luis D'orey</p>

Lo ha detto stamane Lorenzo Bini Smaghi, membro del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, sottolineando, però, che le misure delineate dall‘amministrazione Usa devono essere accompagnate sia dall‘attenzione a porre sotto regolamentazione tutte le istituzioni finanziarie sia dal rafforzamento delle autorità di vigilanza.

“Ritengo che l‘iniziativa [di Obama] vada nella giusta direzione e rappresenti un punto di partenza per assicurare che il sistema finanziario sia effettivamente di supporto all‘economia reale e che non venga indebolito dalle oscillazioni dei mercati più volatili” ha detto Bini Smaghi intervenendo al convegno Ernst & Young sul dopo crisi.

A chi gli ha chiesto se la nuova iniziativa statunitense rischi di creare confusione, sovrapponendosi agli sforzi compiuti in ambito Fsb e Comitato di Basilea, il banchiere ha risposto a margine :“ora la proposta entra in ambito Fsb... è un modo interessante di affrontare un problema, quello del too big too fail, che era già allo studio... non crea confusione, anzi coagula consenso politico”.

L‘amministrazione Usa, attraverso un dossier presentato dal consigliere del presidente Paul Volcker, ha come obiettivo la separazione tra le attività delle grandi banche e stabilisce il divieto, per le istituzioni finanziarie che raccolgono depositi garantiti a livello federale o che hanno accesso al rifinanziamento della Fed, di condurre attività di investimento in proprio, di sponsorizzare hedge fund o private equity e di fare investimenti in tali soggetti.

REGOLE ANCHE PER HEDGE FUND, SORVEGLIANZA MACRO A BCE

Perchè la nuova proposta Usa produca risultati positivi è necessaria una cooperazione internazionale tra paesi e bisogna tenere presenti altri due punti ritenuti fondamentali dal banchiere.

Prima di tutto, “è essenziale che anche le banche di investimento, gli hedge fund e le altre istituzioni siano soggette ad adeguata regolamentazione”, dice il banchiere.

Secondo, “solo istituzioni indipendenti, non solo dalle autorità politiche, ma anche dagli operatori di mercato, possono avere la lucidità e la forza di prendere misure che riducono la ciclicità del credito e delle attività finanziarie”.

Vanno, quindi, respinti con decisioni gli attacchi all‘indipendenza delle banche centrali e va affidata a loro anche la sorveglianza macro prudenziale.

A questo proposito, parlando della conferma giunta la notte scorsa di Ben Bernanke alla guida della Federal Reserve, Bini Smaghi ha detto che a Francoforte “c’è soddisfazione (per la conferma di Bernanke)”. “Si spera che metta fine agli attacchi alla Federal Reserve perchè in questa fase ci vuole qualcuno che tenga saldo il timone”.

Secondo Bini Smaghi, la crisi ha rafforzato la Banca centrale europea e la sua indipendenza ma a Francoforte devono essere dati anche strumenti per la sorveglianza macroprudenziale “che possano essere usati al fine di evitare una dinamica accessivamente pro-ciclica del credito”.

Da ultimo il banchiere centrale ha ribadito che il ritiro delle misure di stimolo attuate da governi e banche centrali deve essere tempestivo e che le banche devono utilizzare i profitti realizzati negli ultimi mesi, anche grazie alle misure di sostegno di banche e governi, per rafforzare il capitale e non per le remunerazioni dei manager.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below