26 gennaio 2010 / 19:26 / tra 8 anni

Zona euro, Ue: gap competitività può danneggiare valuta unica

BRUXELLES (Reuters) - I differenziali di competitività all‘interno della zona euro potrebbero compromettere la fiducia nell‘area e causare tensioni legate ai livelli salariali e flussi di capitale tra i paesi membri.

E’ quanto emerge da un nuovo rapporto della Commissione europea che suggerisce, tra le altre cose, che il tasso di cambio effettivo reale per la Grecia, la Spagna e il Portogallo è sopravvalutato di oltre il 10% - un‘indicazione di quanto i salari in questi Paesi dovrebbe scendere, o la produttività salire per renderli competitivi.

“Le divergenze di competitività all‘interno della zona euro può ostacolare il funzionamento dell‘Unione economica e monetaria, a causa degli scambi commerciali di grandi dimensioni e ricadute finanziarie attraverso gli Stati membri”, si legge un una nota dell‘esecutivo Ue preparata per l‘ultimo Ecofin del 18 gennaio, e ottenuta da Reuters.

“In particolare, la persistenza di grandi differenze tra i paesi mette a repentaglio la fiducia nell‘euro e minaccia la coesione dell‘area”, prosegue la nota che sintetizza una relazione di 172 pagine della Commissione sulla competitività nei 16 paesi che utilizzano l‘euro e che è stata visionata da Reuters.

Le differenze di competitività si riflettono, ad esempio, nei disavanzi o nei surplus nelle partite correnti nella zona euro.

La Commissione, stima che la Grecia ha un disavanzo sulle partite correnti dell‘8,8% del Pil nell‘anno scorso mentre la Spagna e il Portogallo hanno rispettivamente un deficit del 5,4% e del 10,2%.

Per Cipro il deficit è dell‘11,6% mentre la Germania ha registrato un surplus del 4%, il Lussemburgo del 9,4%, i Paesi Bassi del 3,1% e la Finlandia dell‘1,1%.

“La combinazione di perdite di competitività e l‘eccessiva accumulazione di debito pubblico in alcuni Stati membri sono preoccupanti, in tale contesto ”, dice la nota.

La rigidità nei mercati del lavoro e dei prodotti rende il recupero della competitività perduta più lungo e doloroso, ma più questo processo sarà rinviato più alto sarà il costo finale, sostiene la Commissione.

Nei dieci anni precedenti la crisi finanziaria, la competitività, per esempio, di Germania e Finlandia nei confronti degli altri membri della zona euro è continuata a salire, mentre quella di Irlanda, Grecia, Spagna e Portogallo è scesa.

Le divergenze sono ulteriormente cresciute durante la crisi finanziaria e nelle prime fasi della ripresa, osserva inoltre la Commissione.

In termini di cambi di cambi reali effettivi la Germania ha registrato lo scorso anno una sottovalutazione tra il 5,1% e il 3,1%, fattore questo che indica una minore possibilità per le aziende di concedere aumenti salariali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below