26 gennaio 2010 / 11:46 / tra 8 anni

Ryanair punta a 22 milioni passeggeri in Italia nel 2010

di Daniele Mari

<p>Michael O'Leary, AD di Ryanair. REUTERS/Francois Lenoir</p>

ROMA (Reuters) - Ryanair ha annunciato oggi l‘apertura di cinque nuove rotte dall‘Italia a partire da maggio 2010 e ha fatto sapere di voler puntare a superare Alitalia nel 2010 nel mercato italiano, trasportando 22 milioni di passeggeri su 295 rotte da e per l‘Italia e nello stesso paese. Lo ha detto, in conferenza stampa a Roma, l‘amministratore delegato di Ryanair Michael O‘Leary.

“Milano (Orio al Serio) festeggia oggi le sue tre nuove rotte che saranno operative dal prossimo maggio, così come sempre a maggio partiranno le nuove rotte per Ibiza da Torino e Treviso”, ha detto O‘Leary, che ha confermato di voler puntare sul mercato italiano con investimenti pari a 1,4 miliardi di dollari nel 2009/2010.

L‘ad di Ryanair ha anche confermato di aver superato i problemi con l‘Ente nazionale per l‘aviazione civile, con il quale c‘era stata una disputa sulla sicurezza e sui documenti di identità da ritenere validi ai fini dell‘identificazione dei passeggeri.

“Nell‘incontro che abbiamo avuto con il direttore generale Manera, che ringraziamo, lui ci ha spiegato che le tessere AT/BT sono riconosciute come carte d‘identità e noi le abbiamo incluse nei documenti validi, ma patenti, licenze di pesca o qualsiasi altro tesserino non verranno accettati”, ha spiegato O‘Leary.

“L‘ordinanza dell‘Enac era stupida, noi abbiamo bisogno di regole semplici per la sicurezza e i passeggeri che prenotano voli con noi accettano queste regole”.

CIAMPINO E BODY SCANNER

O‘Leary si è soffermato anche sullo scalo di Ciampino, escludendo nuovamente la possibilità di trasferire la propria base nel Lazio a Viterbo.

“Ciampino per noi è importante perché è la nostra base a Roma e non esiste, tra l‘altro, un problema rumore a Ciampino”, ha spiegato l‘ad di Ryanair.

“Sono solo 100 le case dove si avverte questo tipo di problema, alcune delle quali anche costruite abusivamente. E tra l‘altro per queste abitazioni ci sarà un contributo da parte di Adr”.

“Abbiamo apprezzato - ha concluso O‘Leary - le parole del sindaco di Roma (Gianni) Alemanno e del vicesindaco (Mauro) Cutrufo che hanno definito senza senso l‘ipotesi di spostarsi a Viterbo”.

O‘Leary, al termine della conferenza stampa, ha anche commentato l‘implementazione negli aeroporti dei body scanner per motivi di sicurezza.

“Ogni volta che c’è un problema legato al terrorismo o alla minaccia per la sicurezza i politici e i burocrati devono far vedere che fanno qualcosa. I body scanner per le rotte domestiche o all‘interno dell‘Europa non hanno alcun senso, provocano solo ritardi per i passeggeri. Dovrebbero essere adottati solo per i voli transatlantici”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below