25 gennaio 2010 / 10:15 / 8 anni fa

Borsa Milano chiude vicina a minimi seduta, pesante Fiat

MILANO (Reuters) - Uno scivolone generale di tutti i mercati europei nel pomeriggio accompagna Milano vicino ai minimi di seduta in chiusura, con una flessione degli indici che sfiora il punto percentuale.

<p>Borsa di Milano in foto d'archivio. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

Nella prima parte della seduta Milano aveva sperimentato anche dei guadagni, poi dal primo pomeriggio è iniziata la discesa. Fanalino di coda del listino principale è Fiat che subisce risultati in parte deludenti per il mercato.

Le borse si sono indebolite soprattutto dopo il dato americano sul mercato immobiliare a dicembre, peggiore delle attese, anche se Wall Street mostra una certa tenuta dopo tre sedute consecutive al ribasso.

Nel listino delle blue chip in luce alcuni titoli, come Ansaldo STS e Bulgari, mentre a livello di comparti si mostrano incerti i bancari e gli energetici.

L‘indice FTSE Mib chiude con una flessione dello 0,86% vicino ai nuovi minimi dell‘anno. L‘AllShare perde lo 0,74% mentre il Mid Cap guadagna lo 0,69% con alcuni titoli in evidenza come Credem. Volumi, non definitivi, per 2,5 miliardi di euro.

* FIAT chiude pesante con una flessione che sfiora il 4%. I trader citano un po’ di delusione per alcuni dati di bilancio, diffusi oggi, e l‘incertezza sul futuro legata agli incentivi. Decisamente migliore la controllata Usa CNH che a Wall Street balza del 2,6% dopo i suoi dati. FIAT risp in calo del 3%, mentre le priv sono salite dello 0,78%.

* Tra i bancari generalmente deboli (piatti in Europa) tonica POP MILANO che rimbalza di oltre l‘1% dopo la delusione del mercato per il piano industriale della scorsa settimana e nonostante il taglio del target price di Deutsche Bank a 5,4 da 5,7 euro.

* Debole ATLANTIA. Note di Sintonia ed Edizione hanno negato l‘esistenza di iniziative o mandati finalizzati a un progetto di fusione tra Atlantia, Gemina e Abertis.

* Rally per BULGARI (+2,4%) dopo i forti cali dell‘ultima seduta. A favorire gli acquisti oggi il giudizio positivo di Goldman Sachs che ha alzato il target price a 8,50 da 7,70 euro con rating “buy”. Giovedì la maison romana comunicherà i ricavi 2009.

* Acquisti su ANSALDO STS (+2,5%) senza che giungano motivazioni dalle sale operative.

* Deboli come in Europa gli energetici ENI (-0,9%) e SNAM RETE GAS (-0,5%).

* Lettera su TELECOM ITALIA. Citigroup ha tagliato il giudizio a “hold” da “buy”. Il titolo ritraccia anche dopo i rialzi di venerdì sulle ipotesi stampa di una fusione tra Telco e Criteria, controllata dalla banca spagnola Caixa, smentita poi dai soci italiani di Telco e della stessa Telefonica.

* Positiva LUXOTTICA. A mercati chiusi diffonderà al mercato i dati sulle vendite nel 2009.

* Negativa STM che in settimana diffonderà i risultati mentre stasera, a mercati chiusi, sarà la volta della concorrente Texas Instruments. Nomura - giudizio “buy” - si attende una sopresa in positivo dai dati Stm.

* Tra i minori, balza del 19% FILATURA DI POLLONE. Il presidente, l‘AD e tre consiglieri della società tessile si sono dimessi dopo che venerdì 22 l‘Istituto ligure immobiliare (Ilm) è diventato il nuovo azionista di maggioranza relativa.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below