21 gennaio 2010 / 12:45 / tra 8 anni

Banche,Sabatini (Abi): con ratio troppo severi a rischio credito

MILANO (Reuters) - Nella revisione degli standard di Basilea 2 occorre tener conto anche dei riflessi sull‘economia generale e del fatto che un‘eccessiva richiesta di patrimonializzazione delle banche potrebbe tradursi in una riduzione del credito disponibile. Lo ha detto il direttore generale dell‘Abi Giovanni Sabatini, a margine dell‘Italian Financial Services conference organizzata da Ubs.

“Chiediamo che l‘impact assessment tenga conto, oltre che della situazione degli intermediari, anche delle ricadute sul sistema economico in generale”, ha detto Sabatini. “Una richiesta eccessiva di patrimonializzazione delle banche potrebbe riflettersi in una riduzione della quantità di credito disponibile per l‘economia”.

Per questo motivo, la fase attuale di preparazione dell‘impact assessment “è importantissima perché se si può essere d‘accordo sui principi generali di un rafforzamento della patrimonializzazione, poi il diavolo è nei dettagli”, ha proseguito Sabatini.

Sulla possibile implementazione di un modello di sistema fiscale per le banche come quello proposto dal ministro delle Finanze svedese Anders Borg all‘ultimo Ecofin, che quindi preveda la restituzione dei capitali ottenuti dallo Stato, Sabatini ha osservato che “nel caso dell‘Italia le banche non hanno ricevuto supporto o iniezioni da parte del governo, quindi il problema non riguarda il sistema bancario italiano”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below