21 gennaio 2010 / 07:24 / tra 8 anni

Forex, euro ai minimi 5 mesi su dollaro, occhi puntati su Cina

TOKYO (Reuters) - L‘euro è sceso ai minimi di cinque mesi contro la valuta americana mentre il dollaro australiano ha difeso le posizioni. Sono contrastanti le notizie provenienti dalla Cina: se da una parte la crescita economica nel 2009 è risultata ben sopra il target governativo, dall‘altra continuano ad intensificarsi le manovre di stretta monetaria da parte della banca centrale.

<p>Un dealer alla borsa di Tokyo. Foto d'archivio. REUTERS/Toru Hanai</p>

“Una graduale stretta per prevenire bolle sarà positiva nel medio e lungo termine”, commenta Jun Kato, operatore presso un istituto cinese. “Tuttavia, dal momento che le maggiori economie a livello mondiale stanno ancora discutendo sui tempi per le strategie di uscita, la speculazione sulla stretta cinese aumenterà le preoccupazioni sull‘impatto che questa avrà sull‘economia mondiale nel breve termine”.

Intorno alle 8,00 l‘euro - provato questa settimana dalle preoccupazioni sui conti pubblici della Grecia - passa di mano a 1,4112/15 dollari (+0,08%), ai minimi da metà agosto, e a 0,8667/71 contro la sterlina da 0,8654.

Dollaro/yen è a 91,46/51 dalla chiusura newyorkese a 91,22, mentre l‘indice sul dollaro, che monitora l‘andamento del biglietto verde sul paniere delle sei maggiori valute, è poco mosso a 78,365.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below