18 gennaio 2010 / 17:42 / tra 8 anni

Stampa, Malinconico (Fieg): pubblicità male, senza peggioramenti

ROMA (Reuters) - La pubblicità in Italia continua ancora ad andare male e la situazione dovrebbe rimanere stabile dal momento che non c’è una grande fiducia in un miglioramento né ci sono ulteriori peggioramenti in vista.

Lo ha detto il presidente della Fieg (Federazione italiana editori giornali), Carlo Malinconico, a margine di un convegno sul diritto amministrativo.

“La pubblicità va ancora male. Bisogna concentrarsi per trovare il modo per risalire la china. Non ci sono peggioramenti in vista ma non abbiamo grande fiducia in un miglioramento. La situazione è molto depressa”, ha detto Malinconico.

Secondo i dati diffusi lo scorso 10 dicembre dalla rilevazione Nielsen, nei primi dieci mesi del 2009 la raccolta degli investimenti pubblicitari nei media è stata pari a 6.887 milioni di euro, in calo del 15,6% rispetto allo stesso periodo 2008.

Per la stampa nel suo complesso la flessione su base annua rilevata nel periodo gennaio-ottobre 2009 è stata 23,2%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below