7 gennaio 2010 / 09:10 / 8 anni fa

Borsa chiude positiva su balzo banche, vola Prysmian,al palo A2A

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo la seduta odierna, facendo meglio degli altri mercati europei, grazie agli acquisti su banche ed energia.

<p>Un trader al lavoro. REUTERS/Toru Hanai</p>

Wall Street è positiva in attesa dei dati domani sul mercato del lavoro Usa a dicembre. “Oggi ci sono stati i dati sulle richieste di sussidi settimanali, ma il vero dato è quello di domani e in attesa di questo non c’è da aspettarsi grande movimento sul mercato”, osserva un trader.

L‘indice FTSE Mib chiude in salita dello 0,37%, l‘Allshare sale a +0,35%, il Mid Cap avanza dello 0,35%. I volumi sono in ripresa a circa 2,2 miliardi di euro nel finale.

* La lepre nel listino principale è PRYSMIAN, miglior titolo fin dall‘apertura, con un balzo del 4,33%, dopo i giudizi positivi di alcuni broker italiani ed esteri.

* Rally per UNICREDIT (+2,36%) che ha ampliato il rialzo di seduta dopo la comunicazione dei dettagli sulle condizioni dell‘aumento di capitale stamani che prevede uno sconto del 29% sul valore del titolo. “E’ un aumento market friendly”, dice un trader.

Corrono anche MONTEPASCHI (+3,64%), MEDIOBANCA (+2,26%), poco distante POPOLARE MILANO con +1,73%. Pecora nera del settore resta INTESA SANPAOLO, fin dall‘inizio pesante per terminare in ribasso dell‘1,41%.

Le banche italiane si muovono meglio rispetto al comparto a livello europeo, dove lo stoxx sale dello 0,7%

* Giù MEDIASET in calo dello 0,79% dopo il taglio di rating da parte di Goldman Sachs che secondo un trader ha fornito un pretesto per le prese di profitto.

* Andamento negativo anche per STM (-1,07%), penalizzato dal downgrade di Infineon da parte di Bank of America-Merrill Lynch.

* Sono invece correzioni tecniche, secondo un trader, ad appesantire le quotazioni di alcune blue chip, tra cui TELECOM ITALIA (-1,1%), FIAT (-0,37%) e GENERALI (-0,79%), tutte negative.

* Al palo A2A (-1,38%), penalizzata dal balzo di EDISON (+2,65%), in vista del chiarimento con il socio forte di Foro Buonaparte, Edf, sul futuro della partecipazione nel secondo produttore di energia italiano. Bene ENEL (+0,97%) ed ENI (+0,6%).

* Tra le midcap si registra una nuova seduta scintillante per i titoli legati alle energie rinnovabili, con ERGYCAP in rialzo del 7%, PRAMAC +3,3%, KR ENERGY +8,74% ed ERG RENEW a +5,3%. Tira il fiato, invece, TERNIENERGIA (+0,77%), il titolo che è cresciuto di oltre il 50% nelle prime tre sedute dell‘anno e che ha dato la stura agli acquisti sul comparto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below