2 gennaio 2010 / 10:41 / 8 anni fa

Tommasi al Sole: Hera pronta a nuove acquisizioni

MILANO (Reuters) - Il presidente di Hera, Tomaso Tommasi di Vignano ha detto oggi in un‘intervista al Sole 24ore che “se capitano le occasioni giuste, siamo pronti a fare acquisizioni di taglia piccola e media anche nel 2010”.

Il decreto Ronchi apre opportunità di crescita per la multiutility di Bologna, dato che si possono rilevare quote di aziende di servizi oggi pubbliche.

“Molte local utilities non quotate e oggi controllate al 100% dall‘azionista pubblico dovranno aprirsi al mercato e a nuovi partner e noi abbiamo qualche carta in più da giocare”, ha detto Tommasi, il quale chiede però per il settore idrico regole certe e chiare.

“Il settore idrico è molto delicato sia sotto il profilo normativo che tariffario... La soluzione ideale sarebbe quella di un‘Authority indipendente”.

Sul riassetto azionario messo in moto dal decreto Ronchi, Tommasi ha detto che le Fondazioni bancarie sono già nel capitale di Hera con una quota del 6,5% circa e “che non per caso il nostro statuto ha alzato la soglia di possesso del singolo socio dal 2% al 5%”.

“Il ruolo delle Fondazioni può essere molto positivo specie se assecondano la crescita e il collegamento dal territorio e penso che così potrà essere anche in futuro”.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below