29 dicembre 2009 / 13:06 / tra 8 anni

Russia e Ucraina, accordo tariffe +30% transito petrolio

KIEV (Reuters) - L‘azienda statale ucraina Naftogaz ha annunciato di aver trovato un accordo con la Russia per aumentare del 30% le tariffe relative al transito del petrolio verso l‘Europa.

<p>Un gasdotto in una immagine di archivio. REUTERS/Shamil Zhumatov</p>

L‘Europa temeva il nascere di una nuova disputa tra Mosca e Kiev a causa del mancato accordo e la minaccia della Russia di tagliare le forniture di petrolio.

“La tariffa è stata aumentata del 30%”, ha spiegato un portavoce di Naftogaz confermando notizie stampa. “Non ci sarà alcuna crisi. Abbiamo firmato un accordo la scorsa notte”.

Naftogaz non ha precisato l‘importo della tariffa che la Russia ha concordato di pagare. Ma una fonte governativa ha riferito a Reuters che sarà di 6,6 euro (9,50 dollari) per ogni tonnellata di petrolio trasportata attraverso l‘Ucraina nel 2010, a fronte dei 7,8 dollari di quest‘anno.

Alcuni funzionari ucraini hanno precisato che il pagamento in euro anziché in dollari è stata una delle loro richieste.

La fonte ha inoltre detto che Mosca e Kiev hanno stabilito che il volume di petrolio - che passerà anche attraverso Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria - sarà di 15 milioni di tonnellate il prossimo anno.

La Russia ha trasportato 17,1 milioni di tonnellate di petrolio nel 2008. Il dato relativo al 2009 non è stato ancora diffuso.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below