3 dicembre 2009 / 12:19 / 8 anni fa

Eurogruppo, Italia e Francia hanno preso tempo su Juncker - Ftd

MILANO (Reuters) - Italia e Francia hanno preso tempo due giorni fa a Bruxelles sulla conferma di Jean-Claude Juncker alla guida dell‘Eurogruppo.

<p>Tremonti e Lagarde in una foto d'archivio. REUTERS/Charles Caratini (LUXEMBOURG BUSINESS POLITICS)</p>

Lo scrive il Financial Times Deutschland dopo che i ministri delle Finanze dei 16 paesi dell‘euro hanno deciso a Bruxelles, contrariamente alle attese, di rinviare a gennaio la nomina del loro presidente.

Il ministro dell‘Economia italiano Giulio Tremonti e il ministro delle Finanze francese Christine Lagarde avrebbero espresso riserve in due diverse direzioni.

Tremonti, secondo il quotidiano tedesco, avrebbe espresso una riserva di metodo, spiegando di non potere esprimere un voto prima di avere parlato con il presidente del Consiglio.

Sui motivi dell‘atteggiamento italiano Ftd dice di poter fare solo delle ipotesi: la prima è che lo stesso Tremonti è stato considerato tra i pretendenti alla guida dell‘Eurogruppo; la seconda è che Roma voglia avere prima garanzie sul sostegno degli altri paesi alla candidatura di Mario Draghi alla presidenza della Bce al termine del mandato di Jean-Claude Trichet nel 2011.

Al momento non è stato possibile avere un commento dal ministero dell‘Economia.

Nel descrivere il ritorno anticipato da Bruxelles di Tremonti per seguire la Finanziaria il Sole 24 Ore parla oggi di “blitz fallito” da parte di Juncker alla riunione dell‘Eurogruppo per non essere riuscito a farsi rieleggere in anticipo.

Juncker, tuttavia, ha detto ieri che gli è stato chiesto di continuare a presiedere l‘Eurogruppo fino a metà 2012 e che non ci sono altri candidati.

L‘ultimo mandato di Juncker scade a fine 2010.

Sia il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che il ministro degli Esteri Franco Frattini hanno detto che Tremonti sarebbe la migliore possibile opzione per una successione a Juncker.

Tornando al mancato voto a favore di Juncker da parte della Francia, secondo il Financial Times Deutschland il ministro Lagarde avrebbe avanzato dubbi su un voto per la presidenza prima di avere definito contenuti e obiettivi di questa carica, lamentando che l‘Eurogruppo dovrebbe acquisire una maggiore visibilità.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below