27 novembre 2009 / 11:53 / tra 8 anni

Ue, Tajani a Industria, Barnier a Mercato interno

<p>Il presidente della Commissione Ue Jose Manuel Barroso ha conferito al finlandese Olli Rehn (nella foto) l'incarico di commissario agli Affari economici e monetari, un ruolo chiave in un momento in cui &egrave; indispensabile la supervisione degli sforzi per ravvivare l'economia europea. REUTERS/Thierry Roge</p>

BRUXELLES (Reuters) - Sono arrivate le nuove nomine alla Commissione europea, con diversi cambiamenti di poltrona. Il presidente della Commissione Ue Jose Manuel Barroso ha conferito al francese Michel Barnier il Mercato interno con responsabilità anche sui servizi finanziari e all‘italiano Antonio Tajani il portafoglio Industria.

Al finlandese Olli Rehn va l‘incarico di commissario agli Affari economici e monetari, un ruolo chiave in un momento in cui è indispensabile la supervisione degli sforzi per ravvivare l‘economia europea.

Rehn prenderà il posto dello spagnolo Joaquin Almunia che a sua volta diventerà commissario alla Competizione del blocco dei 27 paesi. Almunia sostituisce l‘olandese Neelie Kroes che passa alle tlc.

Il compito principale del nuovo team, ha precisato Barroso, sarà quello di lavorare per la crescita economica.

La nuova Commissione dovrebbe entrare ufficialmente in carica a inizio del prossimo anno, dopo aver ricevuto l‘approvazione del Parlamento europeo.

COMPETENZE INDUSTRIA MODIFICATE, PERDE AGENZIA FARMACO

Al portafoglio Industria e turismo affidato a Tajani fanno riferimento la direzione generale (Dg) Imprese e industria e l‘Agenzia europea per le sostanze chimiche.

Alcune Dg sono state rimosse dalle competenze del portafoglio Industria, a partire dall‘Agenzia europea per i medicinali, con l‘unità che sovrintende ai prodotti farmaceutici e cosmetici e la Dg Salute e consumatori, che vengono affidate al portafoglio Salute.

Il coordinamento del Consiglio transatlantico economico inoltre viene trasferito dalla Dg imprese alla Dg commercio.

Il portafoglio di Tajani guadagna invece l‘unità navigazioni satellitari, responsabile del programma satellitare dell‘Ue Galileo, prima di competenza della Dg Trasporti ed energia.

Il precedente titolare del portafoglio Industria è stato il tedesco Guenter Verheugen, il quale in occasione delle trattative sul futuro della Opel aveva detto a una radio tedesca di stupirsi che un‘azienda indebitata come Fiat potesse rilevare la casa automobilistica tedesca.

“Esprimo la soddisfazione mia personale e di tutto il Governo per il conferimento all‘on. Antonio Tajani di un portafoglio importante come quello dell‘Industria, oltre alla riconferma nella carica di Vice Presidente della Commissione Europea”, ha detto il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in una nota.

Per la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, la nomina di Tajani è un successo del sistema paese, con l‘Europa che dovrà “fare di più per valorizzare e rilanciare l‘industria e il manifatturiero in particolare, che devono essere al centro della strategia di crescita e occupazione che l‘Unione europea dovrà varare nei prossimi mesi”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below