26 novembre 2009 / 16:26 / 8 anni fa

Pubblico impiego, Cgil proclama sciopero generale l'11 dicembre

MILANO (Reuters) - La Cgil ha proclamato uno sciopero generale dei lavoratori del pubblico impiego per il prossimo 11 dicembre per chiedere la stabilizzazione dei precari e un contratto che “aumenti la capacità di acquisto delle retribuzioni”

<p>Il segretario generale della Cgil Epifani durante la manifestazione al Circo Massimo a Roma. REUTERS/Chris Helgren</p>

Nello stesso giorno - fa sapere Cgil Funzione pubblica - è prevista la mobilitazione dei lavoratori della scuola, dell‘università e di tutti i settori della conoscenza.

“La Funzione pubblica della Cgil scenderà in piazza per rivendicare un contratto nazionale che aumenti la capacità di acquisto delle retribuzioni, valorizzi le professionalità, consolidi una parte significativa del salario accessorio e sostenga l‘importante ruolo delle Rsu, dando spazio a una contrattazione integrativa che premi la produttività collettiva orientata al miglioramento dei servizi per gli utenti”, si legge nella nota diffusa oggi dal sindacato.

La Cgil nella nota critica tra l‘altro anche “la finanziaria, che non prevede stanziamenti per il rinnovo dei contratti” i tagli al salario accessorio in caso di malattia, previsti dalla nuova legge voluta dal ministro Renato Brunetta.

Sempre oggi altre due sigle sindacali del pubblico impiego - Cisl Fp e Uil Fpl - hanno proclamato lo stato di agitazione di tutti i lavoratori pubblici e hanno annunciato che dal 2 dicembre avvieranno “una straordinaria fase di mobilitazione in tutte le Regioni, presso le sedi degli assessorati alla Salute, dell‘Anci, dell‘Upi e dell‘Unioncamere”, come si legge in una nota diffusa da Cisl Fp.

“Per i segretari generali Giovanni Faverin (Cisl-Fp) e Giovanni Torluccio (Uil-Fpl), la vertenza dei rinnovi contrattuali dei dipendenti pubblici passa non solo dalla responsabilità delle istituzioni nazionali, ma anche da quella degli amministratori locali che devono trovare le risorse per rispettare gli accordi e chiudere i contratti”, si legge nella nota.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below