25 novembre 2009 / 12:57 / tra 8 anni

Sondaggio: Bce, tassi visti a 1% sino a maggior parte 2010

LONDRA (Reuters) - La Bce non deciderà di alterare l‘attuale livello dei tassi in occasione del meeting della prossima settimana, e deciderà di alzarli dall‘1% solo nell‘ultima parte del 2010, nonostante migliori previsioni di crescita. È quanto mostra un sondaggio Reuters.

<p>Il simbolo dell'euro davanti alla sede della Bce di Francoforte. REUTERS/Johannes Eisele</p>

Tutti gli 80 economisti consultati prevedono un mantenimento dei tassi all‘1% alla riunione del prossimo 3 dicembre, minimo storico cui i tassi sono stati portato lo scorso maggio, e solo alcuni vedono un cambiamento prima della seconda metà dell‘anno prossimo.

La mediana delle stime mostra tassi fermi fino all‘ultimo trimestre del 2010, quando dovrebbero essere elevati all‘1,5%. Un sondaggio condotto due settimane fa vedeva invece un primo rialzo all‘1,25% nel terzo trimestre e una fine anno comunque all‘1,5%.

Un altro sondaggio sulle operazioni di liquidità, mostra che la procedura di offerta di fondi senza limiti potrebbe presto avere fine. La maggior parte dei 51 economisti consultati in merito ha detto infatti che la Bce porrà fine all‘attuale politica di ‘full allottment’ nelle sue operazioni di rifinanziamento nella prima parte dell‘anno venturo, come parte dell‘attuazione di una ‘exit strategy’.

Venti economisti su 24 prevedono inoltre che quella di dicembre sarà l‘ultima operazione a un anno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below