24 novembre 2009 / 14:23 / 8 anni fa

Italia, pressione fiscale cala 43,2% in 2008,4° più alta in Ocse

MILANO (Reuters) - Nel 2008, anche in seguito all‘effetto della recessione, la pressione fiscale italiana è lievemente scesa rispetto all‘anno precedente, ma il quoziente tra gettito totale e Pil registrato in Italia rimane il quarto più elevato nella classifica dei trenta paesi dell‘Ocse.

<p>Alcune banconote di euro. REUTERS/Russell Boyce</p>

Il dato emerge da un corposo rapporto pubblicato oggi dall‘Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo che compara i dati sul gettito per il trenta paesi più industrializzati partendo dal 1975 fino al 2008.

Alla fine dell‘anno scorso la pressione fiscale risulta in Italia pari a 43,2% da 43,5% del 2007 (nel 1975 era al 25,4%). In testa ai paesi Ocse che tassano maggiormente imprese e cittadini c’è - nel 2008 - la Danimarca, con un quoziente al 48,3%, seguita dalla Svezia, con una pressione fiscale del 47,1%, e dal Belgio che, con 44,3%, precede di poco l‘Italia.

“Il livello di pressione fiscale aggregata nelle economie dell‘area Ocse è rimasto invariato tra il 2006 e il 2007 e poi è calato nel 2008” si legge nel rapporto.

“La riduzione della pressione fiscale nel 2008 è stimata attorno a 0,5 punti percentuali del Pil, da 35,8% a una stima di 35,2%” per tutti i trenta paesi.

Su un totale di 26 paesi per cui sono disponibili i dati aggiornati al 2008, il rapporto rileva che 17 hanno registrato un calo del proprio livello di tassazione nel 2008 rispetto al Pil, mentre 9 hanno segnato una salita.

“La pressione fiscale dovrebbe continuare a scendere anche nel 2009” prevede l‘organizzazione con sede a Parigi.

Il gettito solitamente cala in misura più che proporzionale al Pil nel corso di una recessione e, in aggiunta, molti paesi Ocse hanno tagliato le tasse a fine 2008 e inizio 2009 per sostenere la domanda aggregata a seguito della crisi.

“I governi hanno agito con decisione nel 2008 e nel 2009 per sostenere la domanda durante la crisi” nota il segretario-generale dell‘Ocse, Angel Gurría. “Ma il gettito fiscale in calo sottolinea la sfida che i paesi dovranno affrontare, una volta che la ripresa sarà assicurata, per mantenere bilanci pubblici solidi”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below