23 novembre 2009 / 09:53 / tra 8 anni

Caso Tremonti, ancora puntualizzazioni da La Russa, Scajola

ROMA (Reuters) - La politica economica del ministro dell‘Economia Giulio Tremonti, difesa ieri dal sottosegretario Paolo Boniauti a nome del premier, è stata nuovamente oggetto di puntualizzazioni da parte di due ministri.

<p>Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti.REUTERS/Andrew Winning</p>

Il titolare della Difesa Ignazio La Russa, in una intervista a La Repubblica, dice che “Tremonti è più accomodante con la Lega e lo abbiamo verificato davvero tutti”.

Il ministro dello Sviluppo Claudio Scajola, intervistato su Il Tempo, chiede gli incentivi per il settore auto e dice: “Non c’è un ‘caso Tremonti’: c’è la necessità di decidere collegialmente sotto la guida del presidente Berlusconi la migliore politica economica per questa nuova fase”.

In un‘intervista al Corriere della Sera di domenica il ministro della Funzione Pubblica Renato Brunetta ha detto che Tremonti “esercita un potere di veto sulle iniziative di tutti i ministri” in modo “cieco” ed “indistinto”, e ha chiesto al governo di “cambiare passo”.

Quell‘intervista ha indotto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti, portavoce di Silvio Berlusconi, ha precisare ieri che “la linea di politica economica fondata sul criterio della disciplina di bilancio e seguita dal ministro del Tesoro è ispirata dal presidente del Consiglio e condivisa dall‘intero governo”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below