23 novembre 2009 / 08:13 / 8 anni fa

Eni rileva da Heritage asset Uganda per max 1,5 mld dlr

LONDRA (Reuters) - Eni ha raggiunto un accordo per rilevare dalla britannica Heritage Oil asset per un controvalore massimo di 1,5 miliardi di dollari in Uganda, un‘operazione che rientra nel quadro della strategia di crescita nel continente africano e nella regione subsahariana in particolare.

<p>L'amministratore delegato di Eni Paolo Scaroni. REUTERS/Daniele La Monaca</p>

Il deal è stato annunciato dai gruppi petroliferi in due note distinte.

Il prezzo della transazione verrà corrisposto per 1,35 miliardi in contanti mentre un conguaglio per 150 milioni potrà essere pagato, in contanti o asset, all‘avverarsi di alcune condizioni future.

L‘accordo, come spiega un comunicato Eni, riguarda il 50% detenuto da Heritage nei blocchi 1 e 3A situati nel bacino del lago Albert. Tali blocchi contengono risorse per oltre un miliardo di barili di petrolio equivalente di cui approssimativamente 700 milioni già scoperti da circa 28 pozzi perforati nell‘area.

Il completamento della transazione è soggetto all‘approvazione da parte delle autorità competenti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below