November 9, 2009 / 5:06 PM / 8 years ago

Borsa Milano in netto rialzo, Unicredit +5%,giù Impregilo,Fonsai

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in deciso rialzo una seduta vissuata interamente in territorio positivo, caratterizzata da un‘accelerazione dopo l‘avvio di Wall Street.

Gli operatori sottolineano come l‘esito del vertice del G20, che si è tenuto nel week-end scorso, abbia rassicurato gli investitori e favorito i mercati azionari. “Il G20 ha tranquillizzato tutti”, sintetizza un‘operatrice.

Ne hanno beneficiato soprattutto i comparti ciclici, finanziari ed energetici in testa.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato il 2,29%, riportandosi sopra quota 23.000 punti (23.065,93 la chiusura, 23.082,33 punti il massimo intraday). L‘AllShare è salito del 2,19% e il MidCap dell‘1,48%.

Scambi per un controvalore di circa 2,1 miliardi di euro.

* Bene le banche: il paniere europeo è avanzato del 2,32%. UNICREDIT (+5,33%) ha trainato il gruppo, sebbene con volumi non straordinari. I trader forniscono motivazioni articolate sul balzo dell‘istituto guidato da Alessandro Profumo. Un dealer parla di “attesa per i risultati del terzo trimestre”, che verranno comunicati l‘11 novembre prossimo e che “dovrebbero essere superiori alle attese”. Un secondo operatore ricorda “l‘ok della Fondazione Crt all‘aumento di capitale”. Un terzo trader fa riferimento a uno studio della stessa UniCredit, da Vienna, in cui si afferma che le economie emergenti europee rimbalzeranno nel 2011, “quando il credito aumenterà del 15% e sorpasserà i tassi di crescita del 2008”.

* Sulla scia di Piazza Cordusio si sono mossi gli altri bancari. POP MILANO, in particolare, ha guadagnato il 4,26%. Un trader cita “un report di Citigroup” sui risultati del terzo trimestre, che verranno pubblicati domani.

* Segno più anche per MONTEPASCHI (+2,31%), BANCO POPOLARE (+1,74%) e UBI BANCA (+2,54%).

* Seduta in denaro per gli energetici, sostenuti dalla ripresa della corsa delle quotazioni del greggio: lo stoxx europeo è salito del 2,02%. A Milano, SAIPEM - che è in short-list per la costruzione di un rigassificatore in Polonia - è avanzata del 3,4%, TENARIS del 3,84% ed ENI dell‘1,86%.

* Molto tonica in mattinata, PARMALAT ha rallentato nella seconda parte della giornata, terminando in rialzo del 2,11%. Diversi broker hanno incrementato giudizi e target price dopo i risultati dei primi nove mesi.

* FONDIARIA-SAI è caduta del 2,86% dopo aver comunicato i risultati dei primi nove mesi. “Il nodo è l‘azzeramento dell‘utile”, spiega un‘operatrice.

* Restando agli assicurativi, GENERALI tonica (+2,34%) nella giornata in cui KBW ne ha alzato il rating a “market perform”.

* MEDIASET ha messo a segno un progresso dell‘1,71% alla vigilia della pubblicazione dei risultati dei primi nove mesi. Secondo un sondaggio Reuters, gli analisti si attendono un calo dei ricavi del 12% e dell‘utile netto del 52%.

* IMPREGILO ha perso il 4,22% dopo che aver tagliato le previsioni in termini di margini e dopo il calo del fatturato nei 9 mesi.

* ITALCEMENTI depressa (-1,6%) dopo la pubblicazione dei risultati del terzo trimestre. Segno meno anche per BUZZI UNICEM: -1,12%.

* Fra le mid cap, L‘ESPRESSO è balzata del 10,26% grazie a giudizi positivi di alcuni broker. In scia altri editoriali, segno, secondo un trader, che “è in atto una rotazione settoriale da parte di qualche istituzionale”. RCS MEDIAGROUP è salita del 6,32%

* BANCA PROFILO ha guadagnato il 6,92% dopo l‘annuncio della chiusura con successo dell‘aumento di capitale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below