7 novembre 2009 / 12:28 / 8 anni fa

Brown: G20 valuti tassazione su transazioni finanziarie

ST ANDREWS, Scozia (Reuters) - Un‘imposta sulle transazioni finanziarie da destinare a un fondo per eventuali futuri salvataggi bancari dovrebbe essere valutata con urgenza.

<p>Il primo ministro britannico Gordon Brown. REUTERS/David Moir (BRITAIN POLITICS)</p>

Lo dichiara il premier britannico Gordon Brown, con una posizione che si discosta significativamente da quella finora espressa ufficialmente da Londra.

Riunito da ieri in Scozia, il G20 finanziario è tornato intanto a discutere di come evitare il ricrearsi di una crisi creditizia simile a quella di cui si è appena superato il punto più grave e costata alle tasche dei contribuenti un importo massiccio dedicato anche al salvataggio delle banche.

Tenendo a mente gli interessi di Londra, Brown ha difeso il settore finanziario contro misure più aggressive sulla regulation da parte del altri governi europei in passato.

“Ci sono state proposte per una imposta assicurativa che rifletta il rischio sistemico o per un fondo di risoluzione o per una tassa di transazione globale”, ha detto Brown al G20.

Il ministro ha aggiunto che tutti i Paesi dovrebbero agire insieme affinché la Gran Bretagna aderisca.

“Non sottostimo in alcun modo le enormi difficoltà pratiche e tecniche che dovranno essere superate per lo sviluppo di un sistema globale coerente”, ha spiegato. “Ma non credo che queste questioni debbano impedirci di considerare con urgenza la legittimità delle cose di cui abbiamo discusso”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below