6 novembre 2009 / 12:31 / tra 8 anni

Maroni dubbioso su azioni Tremonti verso banche svizzere

ROMA (Reuters) - Il ministro dell‘Interno Roberto Maroni ha messo oggi in dubbio l‘utilità che le azioni intraprese dalla Guardia di Finanza nei confronti delle filiali delle banche svizzere in Italia possano avere a fronte dell‘interesse a mantenere con la Confederazione elvetica delle buone relazioni.

<p>Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti. REUTERS/Yuri Gripas/Files</p>

“Queste iniziative sono piuttosto dure”, ha detto oggi il capo del Viminale, in una conferenza stampa a Roma, rispondendo a una domanda sulle ispezioni condotte dalla Gdf presso le filiali delle banche svizzere, in funzione anti-evasione.

“Io e (il ministro delle Riforme, Umberto) Bossi abbiamo parlato con Tremonti per ottenere garanzie circa la legalità di queste azioni, in modo che non interferiscano con gli ottimi rapporti di collaborazione ed amicizia che abbiamo con la Svizzera e che penso sia utile mantenere”, ha detto.

“Credo sia più utile conservare questi legami di amicizia che compiere azioni di cui non mi è chiaro il risultato”, ha concluso il ministro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below