4 novembre 2009 / 15:47 / tra 8 anni

Chrysler metterà in produzione nuovi motori Fiat da 2010

DETROIT (Reuters) - A cinque mesi dalla chiusura del procedimento per bancarotta, la fiducia del board di Chrysler nella capacità di tornare a essere un sano competitor è “considerevolmente più forte”. Lo dice Bob Kidder, presidente dell‘azienda, nei minuti che precedono la presentazione del nuovo piano di rilancio del costruttore Usa da parte del ceo Sergio Marchionne.

<p>Sergio Marchionne. REUTERS/Rebecca Cook</p>

La casa di Detroit, aggiunge un dirigente, ha in programma l‘introduzione dei nuovi motori Fiat già a partire dal prossimo anno. “La priorità adesso è mettere in comune con Fiat piattaforme, sistemi e componenti”, ha aggiunto il dirigente.

Kidder ha poi spiegato che continueranno gli sforzi per ridurre la capacità produttiva e i costi amministrativi e dei materiali, e ha ribadito che l‘azienda intende rimborsare il prestito ricevuto dal governo Usa “con la massima velocità possibile”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below