3 novembre 2009 / 11:55 / tra 8 anni

Zona euro, Ue vede ripresa in 2010/11, potenziale crescita 1%

BRUXELLES (Reuters) - L‘economia della zona euro metterà a segno l‘anno prossimo una significativa ripresa dopo la brusca battuta d‘arresto dell‘anno scorso per poi accelerare nel 2011, mostrando un potenziale di crescita che per i prossimi due anni è di circa l‘1%.

<p>Il simbolo dell'euro davanti alla sede della Bce a Francoforte. REUTERS/Johannes Eisele (GERMANY CONFLICT POLITICS)</p>

Le previsioni della Ue per il blocco delle 27 nazioni dell‘area sono di una crescita dello 0,7% nel 2010 e dell‘1,6% nel 2011 da una contrazione del 4,1% dell‘anno in corso.

Relativamente ai 16 paesi, la crescita sarà dello 0,7% nel prossimo anno e dell‘1,5% nel 2011 dopo che nel 2009 l‘economia registrerà una flessione dello 0,4%.

Si tratta di una consistente revisione al rialzo dalle precedenti stime di inizio maggio, quando Bruxelles aveva indicato per il 2010 una contrazione dello 0,1% che apre la strada ai tagli dei principali deficit tra i paesi della zona euro a partire dal 2011 al più tardi.

“Il nostro potenziale di crescita è di circa l‘1% nei prossimi due anni”, ha spiegato il commissario Ue agli Affari economici e monetari Joaquin Almunia nella conferenza stampa dedicata alle nuove stime d‘autunno dell‘esecutivo comunitario.

“Con queste previsioni chiederò ai ministri dell‘Ecofin di dichiarare o confermare la prossima settimana che il 2011 sarà l‘anno in cui la Ue e la zona euro inizieranno in termini aggregati la strategia di uscita delle misure di emergenza fiscale”.

Nel comunicato diffuso questa mattina Almunia aveva spiegato che “l‘economia europea sta uscendo dalla recessione. Questo è dovuto molto alle ambiziose misure adottate dai governi, banche centrali e Ue, che non solo hanno impedito un collasso sistemico ma hanno fatto partire il recupero”.

La zona euro è emersa dalla recessione nel terzo trimestre con una crescita trimestrale dello 0,5%, un tasso che dovrebbe rallentare allo 0,2% nel quarto trimestre, secondo la Commissione Ue.

La ripresa, tuttavia, non dovrebbe seguire un percorso lineare. L‘economia globale passerà attraverso una fase di rallentamento del primo semestre del 2010 con un crescita dello 0,1% attesa nei primi due trimestri per poi passare allo 0,5% nel secondo trimestre del 2011.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below