2 novembre 2009 / 08:17 / tra 8 anni

Borsa Milano in rialzo con Telecom, Fiat ed energetici

MILANO (Reuters) - Piazza Affari inizia la settimana e il mese di novembre con un rialzo abbastanza consistente, figlio di alcuni indicatori macroeconomici Usa migliori delle previsioni.

<p>Operatori di borsa a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid</p>

La crescita oltre le attese dell‘Ism manifatturiero di ottobre e il balzo imprevisto delle vendite di case in corso nel mese di settembre hanno provocato un‘accelerazione delle borse. L‘euforia, peraltro, si è progressivamente attenuata nel corso del pomeriggio.

Per una volta, sottolineano gli operatori, a scandire il ritmo della giornata sono stati i titoli industriali, spinti dall‘Ism, e non i finanziari.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato l‘1,17% e l‘AllShare l‘1,09%, mentre il MidCap ha terminato invariato (-0,02%)%. Volumi per un controvalore di circa 2,7 miliardi di euro.

* Automotive tonico: il paniere europeo è salito dello 0,7%. FIAT è balzata del 2,95%, anticipando i dati sulle immatricolazioni di ottobre, diffusi alla chiusura dei mercati. “Mercoledì 4 novembre sarà reso noto il piano Chrysler 2010-2014”, ricorda un dealer. Secondo quanto anticipato a Reuters da alcune fonti, il Lingotto punterà su Jeep e sul taglio dei costi. Impatto positivo su Fiat, interpreta un trader, anche “dalla trimestrale di Ford Motor”, che, a sorpresa, ha chiuso il periodo in utile. Meno mossa PIRELLI: +1,04%. Fra le mid cap, PIAGGIO (+6,36%) premiata dalla promozione ad “outperform” da “underperform” decisa da Cheuvreux e dall‘incremento al 30% della quota di mercato in Italia. Nel settore, COBRA +3,65%.

* I segnali rassicuranti sulla solidità della ripresa economica si sono tradotti in acquisti di energetici. Lo stoxx europeo del comparto è avanzato dello 0,63%. A Milano, TENARIS è salita del 3,13% ed ENI dell‘1,42%. Seduta brillante per ENEL: +1,85%, con scambi superiori alla media. I trader ricordano “le previsioni fornite da (Fulvio) Conti” nel week-end, in vista della pubblicazione, mercoledì prossimo, della trimestrale. Un operatore cita “un report di Citigroup, che stima un Ebitda dei nove mesi in rialzo del 6,1%, a 12 miliardi”. Nel report, il broker suggerisce di acquistare il titolo Enel e indica un target price di 4,2 euro. Bene, restando agli energetici, CIR (+2,22%), che controlla Sorgenia.

* Discorso a parte per EDISON: -0,48%. Il gruppo ha riportato venerdì scorso i risultati trimestrali. In un report, Santander parla di “Ebitda adjusted superiore alle attese” e alza il target price a 1,51 da 1,35 euro, confermando “buy”. Anche Natixis, in un‘analisi sul credito, dice che i risultati trimestrali di Edison sono stati migliori delle attese, ma dice di attendere “la conclusione della cessione della quota in Abu Aqir” e “ulteriori dettagli dal management sulla vendita di altri asset nei prossimi mesi al fine di rafforzare la situazione patrimoniale”.

* TELECOM ITALIA in grande spolvero (+3,05%), ma con volumi modesti. I trader citano le attese per la vendita di Hansenet a Telefonica per una cifra, secondo la stampa spagnola, tra 900 milioni e 1 miliardo di euro.

* Complessivamente poco mosse le banche, ma UNICREDIT ha guadagnato l‘1,53%.

* LOTTOMATICA ha lasciato sul terreno il 2,62%, nella giornata in cui Virgin Group ha detto di puntare ad una quota del 5% del mercato italiano del poker online.

* Fra le small e mid cap, RATTI è balzata del 24,69%: Marzotto e Faber Five, società che fa capo ad Antonio Favrin, hanno rilevato la maggioranza del gruppo tessile.

* RISANAMENTO, già tonica venerdì scorso, è avanzata del 6,53%. Oggi, secondo la stampa, dovrebbe esserci la firma del patto fra le banche e Sistema Holding Zunino, funzionale alla presentazione della lista per il nuovo Cda.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below