21 ottobre 2009 / 16:05 / 8 anni fa

Euro sopra 1,50 dollari, Urso: vera minaccia per export italiano

ROMA (Reuters) - L‘euro sopra quota 1,50 dollari rappresenta una vera minaccia per l‘export verso gli Stati Uniti e la Cina, e c’è il rischio che possa sfondare anche quota 1,60 dollari.

<p>Il viceministro allo Sviluppo con delega al Commercio estero Adolfo Urso, in una foto d'archivio. REUTERS/Karim Kadim/Pool</p>

Lo ha detto in una nota il viceministro allo Sviluppo con delega al Commercio estero, Adolfo Urso, sottolineando come alcune commesse italiane siano già ferme a causa del supereuro.

“Lo sfondamento della soglia di 1,50 dell‘euro nei confronti del dollaro rappresenta una cattiva notizia e una fonte di preoccupazione per il nostro export sia verso gli Stati Uniti, nostro primo mercato extra-Ue, sia verso la Cina, in quanto lo yuan è agganciato alle fluttuazioni e alle debolezze del dollaro”, dice Urso nella nota.

“E’ un fattore che desta molta preoccupazione tra gli operatori economici perché alcuni analisti prevedono che la debolezza del dollaro possa proseguire e raggiungere anche la soglia critica di un rapporto di 1,60 con l‘euro”, ha aggiunto.

Da inizio 2009, dice infine Urso, l‘euro si è apprezzato del 20% sul dollaro e ciò, in congiuntura con la crisi economica, ha portato a un calo dell‘export verso gli Usa del 24,9%.

Domani Istat diffonderà i dati del commercio extra Ue del mese di settembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below