7 ottobre 2009 / 06:43 / 8 anni fa

Borse Asia-Pacifico: indici trainati da finanziari, commodities

MILANO (Reuters) - Sfilza di segni più per le borse asiatiche che tornano vicine ai massimi di 13 mesi, complice la buona chiusura di ieri a Wall Street.

<p>Un operatore alla borsa di Sydney. REUTERS/Daniel Munoz (AUSTRALIA)</p>

SYDNEY, guidata dai titoli legati alle commodities, è in testa alla classifica dei rialzi.

“Alcuni investitori hanno preso spunto dal rialzo dei tassi (in Australia) interpretandolo come un segnale di fiducia delle autorità”, nota un trader locale.

Denaro copioso anche su HONG KONG, dove finanziari ed energetici vengono comprati a piene mani, e a TAIWAN: qui l‘indice chiude vicino ai massimi di 16 mesi e Cathay Financial guadagna oltre il 5%.

L‘unica borsa che non prende la strada del rialzo è SEUL, con i produttori di auto fiacchi per i timori sull‘apprezzamento dello won.

Intorno alle 8,20 ora italiana l‘indice regionale MSCI che esclude il Giappone sale dell‘1,44%. Tokyo ha chiuso in netto rialzo.

Sul piano macro l‘oro è sempre vicino ai massimi di tutti i tempi mentre il biglietto verde si mantiene sulla difensiva contro valute ad elevato rendimento come il dollaro australiano e neozelandese. Tonico il futures sul greggio, sui 71,38 dollari/barile.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below