29 settembre 2009 / 07:39 / 8 anni fa

Borsa Milano positiva con UniCredit e assicurativi

<p>L'entrata della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini ( ITALY )</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in moderato rialzo una seduta condizionata dall‘attesa per le decisioni di UniCredit e Intesa Sanpaolo riguardanti i progetti di rafforzamento patrimoniale.

Cauto nella prima parte della giornata, il listino di Milano si è rafforzato nel pomeriggio, quando un dato rassicurante sul mercato immobiliare Usa ha consentito a Wall Street di partire positivamente.

Successivamente, il dato sulla fiducia dei consumatori Usa, che ha evidenziato un calo inatteso, ha fatto arretrare le borse. Milano, però, sebbene abbia più che dimezzato i progressi, sottolineano gli operatori, è rimasta positiva grazie a UniCredit e agli assicurativi.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato lo 0,37%, dopo aver segnato intraday il nuovo massimo dell‘anno a 23.716,45 punti. L‘AllShare è salito dello 0,33%, dopo aver rinnovato il picco del 2009 a quota 24.162,31 punti. L‘indice MidCap, infine, è sceso dello 0,05%. Volumi per un controvalore di circa 3,3 miliardi di euro.

* Regine incontrastate del paniere principale sono state GENERALI (+3,58%) e ALLEANZA (+3,59%). Sebbene vi sia un operatore che attribuisce il rally alle parole dell‘AD Sergio Balbinot sui risparmi della riorganizzazione delle controllate in Spagna, altri trader puntano il focus sul delisting di Alleanza e sul maggiore peso che Generali dovrebbe acquisire all‘interno del FTSE Mib.

* L‘attesa per il varo di un aumento di capitale ha sostenuto UNICREDIT, che ha guadagnato il 2,06%, dopo aver toccato intraday il nuovo massimo dell‘anno a 2,7325 euro. Meno tonico l‘altro istituto atteso a rafforzare il patrimonio, ovvero INTESA SANPAOLO (invariato). Complessivamente bene gli altri bancari, con BANCO POPOLARE salito dello 0,53%, UBI dello 0,77% e MEDIOLANUM dell‘1,13%.

* Bene gli editoriali, guidati da MONDADORI (+1,19%), spinti dagli studi di alcuni broker e da un generale ritorno di interesse degli investitori per un comparto a lungo trascurato. In controtendenza MEDIASET: -0,51%.

* Ben comprata FINMECCANICA: +1,1%. Akros ipotizza che, nonostante la smentita di trattative per un contratto in Algeria, la società possa essere al lavoro per qualche grossa commessa nell‘area. Nomura ha alzato il target a 14 euro, confermando il giudizio “buy”.

* Prosegue la corsa di CIR: +2,89%. Il titolo della holding che fa riferimento a Carlo De Benedetti ha rinnovato il massimo dell‘anno a quota 1,5490 euro, con scambi pari a oltre il doppio della media. “Il titolo ha rotto la resistenza posta a 1,49 euro”, sottolinea un analista grafico, “che da inizio agosto si era opposta al rialzo dei prezzi. La prossima resistenza è collocata a 1,6 euro”.

* In calo le utilities, penalizzate dal decreto sulla restituzione degli aiuti di Stato. A2A ha lasciato sul terreno l‘1,46%. Fuori dal paniere principale, ENIA -1,39%, ACEA -1,56%, IRIDE -0,82% ed EDISON -1,44%. Nel comparto, sebbene non siano toccate dal decreto, TERNA è arretrata dell‘1,21% ed ENEL dello 0,69%.

* Debole LOTTOMATICA: -1,47%. Moody’s ha anticipato che potrebbe rivedere i rating se la leva aumentasse come conseguenza della gara per il rinnovo del Gratta e Vinci.

* Fra le small e mid cap, AICON è balzata del 28,76% dopo aver comunicato l‘ok delle banche al piano di risanamento.

* SAFILO ha messo a segno un progresso dell‘8,42% sulle indiscrezioni di stampa riguardanti l‘interesse di un fondo olandese per la rete di negozi.

* REALTY VIALOG ha guadagnato il 6,44%: Industria e Innovazione ha lanciato un‘Opa a 2,5 euro.

* A proposito di Opa, MIRATO si è attestata a 5,3950 euro, con un rialzo del 2,37%, ovvero poco sotto il prezzo dell‘offerta incrementato ieri da Benefit (5,4 euro).

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below