28 settembre 2009 / 08:44 / 8 anni fa

Greggio scivola sotto 66 dlr/barile, occhi a domanda in calo

LONDRA (Reuters) - Le quotazione del greggio Usa scivolano sotto i 66 dollari al barile, ampliando il calo dell‘8,4% della scorsa settimana, mentre gli investitori tengono gli occhi puntati al calo della domanda e alle crescenti tensioni geopolitiche tra Iran e Occidente.

<p>Immagine d'archivio di un campione di greggio. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA)</p>

I guadagni del dollaro contribuiscono a mettere sotto pressione il greggio, che è salito nel corso della seduta dopo il test missilistico dell‘Iran con ordigni che, secondo gli analisti, hanno una gittata sufficiente per colpire Israele e le basi Usa nel Golfo. I mercati azionari sono scesi in Asia e sono poco mossi in Europa.

“L‘impatto delle tensioni relative al programma nucleare iraniano sui prezzi del greggio sarà molto smorzato per via del tasso elevato di scorte Usa”, dice David Moore, analista della Commonwealth Bank of Australia.

Intorno alle 10,30 il greggio Usa cede 44 cents a 65,57 dollari al barile e il futures a novembre sul Brent londinese cede 56 cents a 64,58 dollari al barile.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below