18 settembre 2009 / 15:15 / 8 anni fa

Ue, tagliare deficit pubblici in 2011 per frenare debito

<p>Il presidente della Commissione Ue Barroso. REUTERS</p>

BRUXELLES (Reuters) - I paesi dell‘Unione Europea devono iniziare a tagliare il deficit pubblico nel 2011 per evitare di avere un debito fuori controllo, dopo aver speso centinaia di miliardi di euro per sostenere l‘economia, dice un documento della Commissione europea.

Il documento è stato preparato per un meeting dei ministri delle Finanze Ue, previsto l‘1 e il 2 ottobre, in cui si discuterà di come ritirare gli aiuti pubblici.

I leader Ue ieri hanno concordato che il pacchetto di aiuti fiscali, circa il 5% del Pil del gruppo dei 27, debba continuare nel 2010 fino a quando non sarà garantita la ripresa.

La Commissione ritiene che la maggior parte dei paesi avrà bisogno di tagliare il deficit di oltre lo 0,5% del Pil all‘anno, e alcuni di oltre l‘1%, per interrompere il trend di un debito in rapida crescita.

Se la crescita del prossimo anno è superiore alle previsioni le entrate maggiori dovranno essere utilizzate per ridurre il debito, aggiunge.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below