16 settembre 2009 / 17:08 / 8 anni fa

Banca Mondiale: ripresa più lenta per i Paesi poveri

WASHINGTON (Reuters) - I Paesi poveri stanno ancora patendo le conseguenze della recessione globale nonostante i segni di ripresa che arrivano dalle economie industriali e da quelle emergenti.

Lo afferma la Banca Mondiale in un rapporto reso noto oggi.

“La ripresa mondiale appena cominciata e il miglioramento delle condizioni dei mercati finanziari devono ancora fornire lo slancio di cui c’è bisogno per risollevare i Paesi più deboli dalla crisi profonda in cui sono precipitati e per affrontare lo stringente problema del finanziamento”, dice il rapporto dell‘organizzazione che verrà presentato al G20 di Pittsburgh la prossima settimana.

Questi Paesi, senza un adeguato spazio di manovra per rispondere alla crisi da un punto di vista fiscale, nel 2009 rischiano di trovarsi di fronte ad un buco di 11,6 miliardi di dollari a causa della drastica riduzione delle entrate e di un aumento della spesa prevista per i programmi di sostegno e protezione sociale.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below