13 settembre 2009 / 11:10 / tra 8 anni

Banche, Faissola: governo in Italia non ha dato un euro

S.MARTINO IN CAMPO, Perugia (Reuters) - Il governo in Italia non ha dato alle banche nemmeno un euro, ma ha predisposto utili strumenti di salvaguardia per impedire fallimenti. Quindi molte critiche che sono state fatte in queste settimane sono fatte solo a scopo elettorale.

Lo ha detto il presidente dell‘Abi Corrado Faissola nel corso del suo intervento al Meeting annuale della Confesercenti.

“Le banche non godono di una buona reputazione in nessuna parte del mondo che ci sia crisi o no. C’è questa alea che viene coltivata a captatio benevolentiae elettorale. Nel nostro Paese non si riesce ad impostare il confronto in modo razionale”, ha detto Faissola.

Il presidente dell‘Abi ha quindi aggiunto: “Lo Stato [italiano] alle banche non ha dato nemmeno una lira. Ci sono stati 1,4 miliardi di Tremonti bond sottoscritti da una singola banca. Lo Stato ha dato un grande contributo nel momento in cui ha predisposto dei salvagente, ma il governo non ha dato nulla”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below