8 settembre 2009 / 20:13 / 8 anni fa

Riforma sanitaria Usa, in calo azioni compagnie assicuratrici

NEW YORK/WASHINGTON (Reuters) - Le azioni delle compagnie statunitensi che offrono assicurazioni sanitarie oggi sono scese, al riaccendersi dei riflettori sulla riforma del sistema sanitario con il Congresso Usa tornato al lavoro.

I timori che la riforma possa tagliare drasticamente i profitti delle compagnie di assicurazioni sanitarie pesano sull‘andamento dei titoli da quando Obama è arrivato alla presidenza a gennaio.

Ma gli assicuratori oggi hanno subìto un nuovo colpo, con l‘emergere dei dettagli della riforma proposta da un senatore americano di primo piano che include una serie di elementi potenzialmente negativi per il settore.

Il piano del senatore Max Baucus, democratico a capo della potente Commissione finanziaria, comprende 6 miliardi di dollari in tasse agli assicuratori sulla base del mercato azionario e una tassa sui cosiddetti contratti sanitari, secondo i documenti ottenuti da Reuters.

Scott Fidel, analista di Deutsche Bank, ha detto che gli elementi proposti da Baucus, che non ha presentato ufficialmente il suo piano, contengono un “nuovo elemento di preoccupazione”.

Le azioni di WellPoint, Aetna e UnitedHealth Group, le tre maggiori compagnie di assicurazioni sanitarie, hanno perso oltre il 2% nonostante una giornata sostanzialmente positiva per la Borsa Usa.

Le azioni di altri due importanti assicuratori, Cigna Corp and Humana, sono calate di oltre l‘1%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below