28 agosto 2009 / 16:15 / tra 8 anni

Wall Street negativa dopo dati fiducia consumatori deboli

NEW YORK (Reuters) - La borsa Usa è negativa dopo che dati deboli sulla fiducia dei consumatori hanno annullato l‘effetto positivo di alcuni risultati societari.

<p>Wall Street. REUTERS/Brendan McDermid (UNITED STATES)</p>

L‘indice finale di agosto elaborato dall‘Università del Michigan è sceso a un minimo da 4 mesi, sui timori per gli elevati livelli di disoccupazione e per la finanza personale.

I dati hanno pesato su un mercato in cui i tre maggiori indici sono saliti del 50% dai minimi di marzo, spingendo gli investitori a speculare sul fatto che la borsa abbia fatto quello che poteva fare.

“Il mercato sta cominciando a chiedere garanzie sulla possibilità di nuovi rialzi”, dice Keith Springer, presidente di Capital Financial Advisory Services a Sacramento, California. “Senza spese per i consumi, non possiamo avere una ripresa significativa e gli investitori cominciano a preoccuparsi”.

Le perdite del Nasdaq hanno trovato un ostacolo in Intel, in rialzo del 4,3%, dopo aver previsto una domanda superiore alle attese per chip e microprocessori.

Hanno sostenuto il comparto anche Dell Inc e Marvell Technology che ieri hanno diffuso dati migliori delle aspettative.

Tiffany & Co sale del 10,7%, dopo aver migliorato le previsioni e dopo risultati più forti delle attese.

“Il fatto che Tiffany e Dell - che rappresentano la spesa per beni di lusso e tecnologici - non siano riusciti a sostenere l‘azionario evidenzia che i trader, visti i rialzi degli ultimi mesi, sono diventati cauti”, dice Jim Awad, direttore di Zephyr Management, a New York.

Alle 19,25 italiane Dow Jones perde lo 0,48% a 9.539,26, lo Standard & Poor’s 500 lo 0,3% a 1.027,76, il Nasdaq lo 0,08% a 2.027.

“Sicuramente le previsioni di Intel segnalano cose buone per il settore nel futuro”, dice un trader.

L‘indice dei semiconduttori sale del 2,2%.

I dati del Dipartimento del Commercio hanno evidenziato che la spesa per consumi è salita di un modesto 0,2% a luglio, soprattutto grazie al programma di rottamazione delle auto.

Il mercato è passato in negativo dopo i dati sulla fiducia dei consumatori dell‘Università del Michigan. In precedenza, l‘indice S&P era salito a 1.039,47 punti, massimo intraday dal 14 ottobre 2008.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below