25 agosto 2009 / 07:30 / tra 8 anni

Borsa Milano recupera e chiude in rialzo, forti assicurazioni,TI

<p>Una trader al lavoro. REUTERS/Toby Melville</p>

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in leggero rialzo una giornata iniziata in modo fiacco e raddrizzata dai buoni dati in arrivo dagli Stati Uniti.

La borsa milanese ha accolto bene i dati sul ritorno alla crescita dei prezzi immobiliari nelle maggiori aree metropolitane Usa e sulla fiducia superiore alle attese dei consumatori americani in agosto, riportandosi in attivo dopo le lievi perdite della mattinata. E’ però mancato lo slancio per un rally più consistente.

A tenere in quota gli indici milanesi ha contribuito anche l‘apertura positiva di Wall Street.

“Difficile dire con precisione quanto durerà il rally, ma il dubbio è che non duri ancora molto a lungo”, dice un trader. “C’è una notevole massa di liquidità nel sistema che va progressivamente spostandosi un po’ su tutti i mercati: prima l‘abbiamo vista sulle commodity e sull‘energia, oggi tocca alle assicurazioni e al lusso. Ma bisogna tenere d‘occhio i fondamentali economici” aggiunge.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso a +0,53%, il FTSE AllShare a +0,50% e il FTSE MidCap a +0,14%. I volumi valgono circa 2,89 miliardi di euro.

* Bene i big delle assicurazioni. GENERALI, FONDIARIA SAI e ALLEANZA sono tutte tra il 2,5 e il 3%, UNIPOL segue a +1,4%.

Nel caso di Generali, i media hanno seguito con interesse i movimenti di Francesco Gaetano Caltagirone, che incrementa a piccoli passi la propria quota.

Più in generale sono titoli che, secondo un trader, raccolgono l‘interesse degli investitori per il comparto finanziario non bancario, rimasto leggermente indietro nei panieri d‘acquisto degli istituzionali.

Lo stoxx europeo è invece poco mosso a +0,3%.

* Continua a crescere A2A, che ieri ha sfiorato il +4% e oggi sale del 2,7% raddoppiando i volumi rispetto alla media dell‘ultimo mese. In giornata, il presidente del Consiglio di gestione Giuliano Zuccoli ha ribadito l‘intenzione di riesaminare a settembre la partecipazione al 15% di A2A in Edison, alla luce dell‘accordo tra EDF (partner di A2A in Edison) con ENEL sullo sviluppo del nucleare in Italia.

La utility guidata da Fulvio Conti è invece poco mossa a +0,2%.

* Prosegue anche il rally di BULGARI, ieri beneficiaria di un miglioramento di rating e oggi a +3,9% con volumi quasi doppi rispetto alla media giornaliera di agosto, secondo un trader soprattutto grazie a un boom di acquisti tecnici insieme a LOTTOMATICA, che guadagna il 2,1% anche in virtù dalle scommesse record sul Gratta e Vinci.

* Tra le banche, piatte in Europa, sale del 2,2% INTESA SANPAOLO, beneficiaria secondo un trader di uno switch degli investitori che abbandonano UNICREDIT, oggi a -1,3%. Positiva POPOLARE MILANO, che guadagna l‘1,2% in attesa della trimestrale che verrà pubblicata a mercati chiusi. Secondo gli analisti di Cassa Lombarda, il secondo trimestre dovrebbe essersi chiuso con un utile di 32 milioni in calo del 65% sull‘aprile-giugno 2008 e del 56% sui primi tre mesi di quest‘anno.

* E’ una buona giornata anche per TELECOM ITALIA, a +2,9% sull‘onda dei rialzi nell‘intero comparto europeo, a +2,1% grazie al giudizio “overweight” attribuito da JP Morgan.

* Non basta a FIAT l‘aumento di target price da parte di Bernstein, il Lingotto perde lo 0,6% nel giorno in cui la Casa Bianca ricorda il proprio obiettivo di cedere la propria partecipazione in Chrysler non appena le condizioni lo consentiranno.

* Dopo il volo in doppia cifra di ieri, i realizzi sgonfiano le quotazioni di RISANAMENTO, a -3,2% in attesa del piano di salvataggio che deve essere presentato in Tribunale entro il primo settembre. Le prese di beneficio colpiscono anche BASTOGI, a -3,9%.

* Tra le small e mid caps, pioggia di acquisti sui media e sugli editoriali, con MONDO HOME ENTERTAINMENT che vola a +17,5%, CLASS EDITORI che sale del 9,3%, MONRIF a +9,2% e POLIGRAFICI EDITORIALI a +5,4%.

* Guadagna il 3,3% Esprinet, che pubblica la propria semestrale in chiusura di contrattazioni, annunciando un calo dei ricavi per i primi sei mesi del 2009 del 10% sull‘anno precedente, a cui si contrappongono una crescita di Ebit e utile netto rispettivamente del 30% e del 40%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below