14 agosto 2009 / 10:20 / tra 8 anni

M&C, De Benedetti ha comprato 2,2% capitale

MILANO (Reuters) - Carlo De Benedetti, attraverso il veicolo Romed, ha acquistato il 2,2% circa del capitale ordinario di Management & Capitali.

E’ quanto emerge da un filing model di Borsa Italiana.

Gli acquisti di De Benedetti sono avvenuti nelle giornate del 10 e 13 agosto, al prezzo, rispettivamente, di 0,1452 e 0,15 euro, per una spesa complessiva di 1,531 milioni.

In totale De Benedetti ha comprato 10,250 milioni di titoli M&C, pari a circa il 2,2% del capitale ordinario (ci sono 5,5 milioni di azioni privilegiate).

I prezzi pagati da De Benedetti sono superiori alla valorizzazione implicita nelle offerte di acquisto presentate da MiMoSe, società della famiglia Segre, e da Tamburi Investment Partners.

Il 7 agosto scorso, MiMoSe e Tip hanno rilanciato le offerte sul 100% di M&C, valorizzando la società, rispettivamente 0,11 e 0,1221 euro.

L‘offerta dei Segre è interamente in contanti, mentre quella di Tip è mista cash-carta.

Gli acquisti di Romed sono avvenuti nelle giornate in cui ci sono stati lo stacco del maxi-dividendo da 254 milioni di euro, il 10 agosto, e il pagamento della cedola, 13 agosto.

”De Benedetti“, riferisce una fonte vicina alla situazione, ”è convinto che la società valga più delle offerte“ dei Segre e di Tip. M&C si appresta a perfezionare lo swap debito-equity su Treofan, prendendo il controllo del gruppo tedesco e rimpolpando un portafoglio che per ora vede la presenza di Comital Saiag e Botto Fila. Alla luce di questo fatto l‘Ingegnere riterrebbe che M&C valga 0,38 euro per azione, ovvero 1 euro al lordo della distribuzione del dividendo di 0,62 euro per azione”.

Romed, dunque, è salita al 18,3% circa del capitale di M&C (aveva il 16,106%, secondo il sito Consob).

Gli altri azionisti sopra il 2% della società specializzata in turnaround industriali sono Secontip (Tamburi), con il 15,037%, Cerberus (7,909%), Compagnia Finanziaria Torinese (Bim, con il 5,735%), Sal.Oppenheim (5,272%), Diego Della Valle (3,630%), Murad Foundation (2,722%) e Lemanik Sicav (2,014%). Le azioni proprie sono pari al 13,576%.

Al momento, gli azionisti non hanno aderito alle offerte di MiMoSe e Tip, che scadranno entrambe il 15 settembre: sono stati apportati titoli pari, rispettivamente, allo 0,02% e allo 0,001% del capitale.

Oggi, un quotidiano ipotizza un asse fra i Segre e Alessio Nati, numero uno di Investmenti e Sviluppo che, nelle settimane scorse, si era detto interessato a valutare un‘offerta per M&C, senza dare alcun seguito a quel comunicato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below