12 agosto 2009 / 08:32 / 8 anni fa

Entrate gennaio-giugno, dati grezzi indicano calo 6 miliardi

ROMA (Reuters) - Il dipartimento delle Finanze ha reso noto oggi che le entrate tributarie nei primi sei mesi dell‘anno sono diminuite del 3,4%, o 6,328 miliardi, a 179,506 miliardi, ma che tenendo conto del differimento al 6 luglio dei termini di versamento per i contribuenti soggetti agli studi di settore, tale calo si riduce all‘1,9%, o 3,61 miliardi a 188,118 miliardi.

<p>Il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti. REUTERS/Andrew Winning</p>

In giugno le entrate tributarie sono ammontate a 44,893 miliardi da 46,602 miliardi di un anno prima, cifra che sale a 49,164 miliardi (+2,6%) a dati omogenei.

“Il confronto omogeneo delle entrate con quelle dello stesso periodo dell‘anno precedente è effettuato riassegnando in modo opportuno i versamenti differiti”, si legge nella nota delle Finanze.

Secondo i dati grezzi di Bankitalia in giugno le entrate tributarie hanno registrato un calo a 45,058 miliardi di euro da 46,648 miliardi un anno prima anche a causa dello slittamento delle scadenze fissate per il versamento delle imposte per i contribuenti soggetti agli studi di settore.

Tornando ai dati omogenei relativi al primo semestre le Finanze registrano un aumento dell‘1,7% delle imposte su patrimonio e reddito, un calo del 10,2% di quelle sugli affari e del 6,3% per le imposte indirette. Le entrate da lotto e lotteria aumentano dello 0,5% e le imposte di produzione e dogane e monopoli del 6%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below