11 agosto 2009 / 08:59 / 8 anni fa

Borse Europa, indici in calo sulla scia di banche, Wall Street

<p>Immagine d'archivio. REUTERS/Kai Pfaffenbach (GERMANY BUSINESS IMAGES OF THE DAY)</p>

MILANO (Reuters) - Le borse europee sono in calo 
negli scambi del pomeriggio, appesantite da Wall Street in rosso 
in avvio, nonostante i dati relativi a produttività e costo del 
lavoro negli Usa siano risultati migliori delle attese nel 
secondo trimestre.
I listini europei si ritraggono ancora dai massimi da nove 
mesi toccati venerdì, appesantiti in particolare da Natixis che guida i ribassi del settore bancario.
"Abbiamo bisogno di un calo per testare se il rally è 
davvero destinato a durare", commenta David Buik, senior partner 
di BCG Partners a Londra.
"Sembra che l'economia Usa sia destinata a riprendersi prima 
delle altre. Il dollaro è visto in rialzo mentre i prezzi di 
greggio e oro sono visti in calo, e così faranno i mercati. Io 
sono convinto (della crescita dell'azionario) entro la fine 
dell'anno, ma non credo che le cose andranno in maniera così 
lineare", aggiunge.
Alle 15,40 il FTSEurofirst 300 cede lo 0,79%. Tra 
le singole piazze l'inglese Ftse cala dello 0,81%, il 
tedesco Dax è in flessione dell'1,52% e il francese Cac 
40 scambia a -0,84%.
Tra i titoli in evidenza:
* In netto calo le banche, appesantite da NATIXIS che cede oltre il 15% dopo che BCPE, nata dalla 
recente fusione di Caisse d'Epargne e Banque Populaire e 
principale azionista di Natixis, ha annunciato all'autorità 
garante del mercato (AMF) di non avere in progetto di ridurre la 
propria partecipazione nella banca, smentendo alcune voci di 
mercato.
* Tra le concorrenti, la danese DANSKE BANK cede 
il 2,54% dopo aver annunciato risultati trimestrali deludenti. 
In forte calo LLOYDS che cede oltre il 6%.
* Peggiore del listino è il settore immobiliare, 
appesantito dalla tedesca GAFAH in calo di oltre il 
10% dopo che una fonte vicino alla situazione ha rivelato a 
Reuters che Goldman Sachs vuole vendere 10 milioni di azioni ad 
un investitore sconosciuto. La banca non ha voluto rilasciare 
alcun commento.
* In lieve calo gli energetici, con il greggio che scambia oltre i 71 dollari a New York. BG, 
REPSOL e BP cedono tra lo 0,6 e l'1,44%.
* ADECCO cede il 4,45% dopo aver annunciato una 
perdita nel secondo trimestre e l'intenzione di acquistare la 
concorrente inglese Spring Group, fondata da Peter Searle, ex 
dipendente Adecco.
* Sul fronte dei rialzi l'assicurativo FRIENDS PROVIDENT, che guadagna lo 0,80% dopo aver accettato l'offerta da 
1,86 miliardi di sterline dalla concorrente RESOLUTION 
(-4,49%). Friend Provident aveva già rifiutato una precedente 
offerta.
* DIAGEO, la più grande produttrice di liquori 
britannica, è in progresso dell'1,29% dopo che Deutsche Bank ha 
alzato il giudizio a "buy" da "hold".
* Sugli scudi SNACKTIME, in progresso di quasi il 
12% dopo che la società specializzata in snack e bevande ha 
annunciato una crescita del 64% degli utili ante imposte nel 
periodo. Il broker Arbuthnot ha riavviato la copertura con il 
giudizio "buy" e un target price di 120 pence.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below